Breaking news
Venerdì, 17 Novembre 2017
Ispettorato Territoriale del Lavoro di Taranto. I sindacati incontrano i lavoratori in assemblea

Tentata corruzione, arrestato il presidente di Ance Puglia

Apulo • Lucane
Typography

Le manette sono scattate questa mattina per Gerardo Biancofore, imprenditore di 51 anni

Arrestato questa mattina il presidente di Ance Puglia, l’imprenditore di 51 anni Gerardo Biancofore. Su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Foggia, gli agenti del commissariato di Cerignola hanno e posto ai domiciliari il massimo rappresentante degli edili nella nostra Regione. L'arresto si è reso necessario dopo le indagini svolte in seguito alla denuncia che il sindaco di Cerignola, Franco Metta, sporse il 7 dicembre dello scorso anno dopo aver ricevuto in ufficio una scatola di biscotti, confezionata in una busta natalizia, contenente la somma di 20 mila euro in contanti suddivisa in due mazzette da 10 mila euro. Il tentativo di corruzione sarebbe stato compiuto per far approvare il finanziamento del progetto di realizzazione del sesto lotto della discarica di rifiuti solidi urbani nell'impianto Sia di Cerignola. Dalle indagini, coordinate dal sostituto procuratore di Foggia Andrea Di Giovanni, sarebbero emerse responsabilità di Biancofiore in prevalenza da dichiarazioni discordanti rese dallo stesso presidente di Ance Puglia e dall'imprenditore Rocco Bonassisa, anche lui indagato, in sede di interrogatorio dinanzi al pm. Il primo cittadinoquando scoprì il contenuto del 'pacco natalizio' avvisò gli organi di polizia.