Breaking news
Venerdì, 17 Novembre 2017
Ispettorato Territoriale del Lavoro di Taranto. I sindacati incontrano i lavoratori in assemblea

Ulivi da salvare

Apulo • Lucane
Typography

Le giovani generazioni, sabato prossimo, scenderanno in piazza e per le strade di Trepuzzi in difesa dell’ambiente e per fermare l’eradicazione degli ulivi. Si addobberanno simbolicamente degli originali "Ulivi di Natale" quest'anno, con poesie e nastri verdi, da parte dei più piccini



E' una giornata storica per Trepuzzi: sabato 5 dicembre, a partire dalle 9,30, un evento speciale per la cittadinanza di Trepuzzi e in particolare per centinaia di alunni che saranno impegnati a svolgere una serie di manifestazioni per lanciare un messaggio forte volto a colmare le lacune delle vecchie generazioni che sembrano in questo momento nel Salento dover combattere un "morbo" interno in esse affermatosi e volto alla folle illogica distruzione dell'ambiente e della salubrità del territorio per motivazioni ombrose e insostenibili sotto ogni punto di vista etico, morale, legislativo, scientifico, naturalistico, economico di buona e sana economia, agronomico, ecc. Manifestazioni e attività finalizzate quindi sabato mattina alla salvaguardia dell'ambiente, della biodiversità e della tutela degli ulivi, quest'ultimi importanti testimonianze della nostra storia, cultura e identità. "La Marcia Verde per gli Ulivi" è stata organizzata e promossa dal Comitato per la difesa degli Ulivi di Trepuzzi e accolta dalla direzione scolastica dell'Istituto Comprensivo Statale Polo 1 "Giuseppe Costantino Soz" e del Polo 2 "Oronzo Parlangeli".

Il raduno di partenza è previsto da viale Europa, in prossimità della Scuola Secondaria di I° " O. Parlangeli" e sfilerà come semplice percorso per alcune strade della città esponendo cartelloni e disegni fino a raggiungere la villa di Largo Margherita, dove all'unisono ognuno contribuirà con un messaggio annodato con un nastro rigorosamente verde ad un ramoscello di ulivo con poesie, musica e altro.Tale iniziativa nasce dalla spontanea volontà di tutelare gli ulivi, un patrimonio che ultimamente è stato sottoposto al centro di delicati e tormentati dibattiti connessi alla sintomatologia del cosiddetto "complesso del disseccamento rapido".

La salvaguardia di tali importanti presenze arboree nel territorio è fondamentale per la continuità dell'agroecosistema, per la sopravvivenza di molte specie animali e per la salute umana, considerando anche il prezioso contributo che essi rappresentano in termini di emissione di ossigeno, stoccaggio di CO2, microclima, e tenuta dei suoli contro il dissesto idrogeologico, in questi tempi poi in cui si fa un gran parlare sui media di instabilità climatica. I ragazzi, future generazioni, confidano nel supporto, non solo delle istituzioni ma di chiunque abbia la sensibilità verso l'ambiente e gli ulivi che in questo territorio è senza dubbio una condizione necessaria.

Durante la manifestazione i più piccoli addobberanno simbolicamente gli "Ulivi di Natale" con nastri verdi, poesie e messaggi rivolti agli ulivi e alle vecchie generazioni che ce li hanno donati forti e sani, per mettere in evidenza l'importanza di questo albero salentino autoctono nel bacino del Mediterraneo da millenni e millenni, e oggi sotto attacco da parte di decisioni folli ed ascientifiche, che calpestano ogni buon principio di agronomia e profilassi sanitaria; "Ulivo di Natale" per affermare la necessità della salvezza di ogni albero esistente, e della necessità di continuare a piantare in libertà le più tipiche antiche cultivar d'olivo e non solo di questo territorio tanto legate e adattate al Salento e che ne rappresentano una tipicità di sapori ed identità storica naturale economica e culturale. I giovani in piazza per salvare Ulivi e Buonsenso, e la buona Scienza che salva la vita degli esseri viventi, e non sopprime alberi ed animali, né avvelena l'ecosistema dell'uomo.