A San Giorgio stop ai vaccini

Comuni Jonici
Typography

La decisione della Asl di chiudere il centro vaccinazioni del Comune a pochi km da Taranto viene considerata priva di buon senso dalla Cisl, che chiede un incontro urgente all'azienda sanitaria, alla presenza del Sindaco

La Cisl Taranto Brindisi, insieme con il Coordinamento Politiche Sociali, le proprie strutture categoriali e comunali di San Giorgio Jonico, raccogliendo proteste diffuse, denunciano il notevole disagio che, in questo periodo, si sta arrecando ai moltissimi concittadini a seguito delle decisioni assunte dalla Asl/Ta e del suo Dipartimento di Prevenzione di chiudere il centro vaccinazioni, costringendo le famiglie a rivolgersi ai Centri di Grottaglie e di Pulsano; questo nonostante la consapevolezza dell'emergenza del momento.
La Cisl Taranto e Bridisi si chiede se era proprio impossibile mettere in condizioni il già esistente centro vaccinazioni di San Giorgio Jonico di erogare il servizio in sicurezza e senza arrecare disagi all’utenza?
Il sindacato ritiene inaccettabile un simile modo di agire, tra l’altro senza alcun preavviso che poteva essere formalizzato alle stesse organizzazioni sindacali impegnate al Tavolo di Concertazione con la stessa Asl/Ta proprio sui temi del riordino delle strutture sanitarie sul territorio. E’ inaccettabile, in conseguenza di tale scelta assurda, che si costringa un notevole numero di famiglie a spostarsi ed a sottoporsi a lunghissime file di attesa nei già intasati centri, appunto, di Grottaglie e di Pulsano. La Cisl non intende consentire che una comunità numerosa come quella di San Giorgio Jonico venga privata di servizi essenziali con un danno soprattutto per le fasce socialmente più deboli e per le famiglie. Per questo, ritenendo che al problema vada fornita una risposta più che urgente, in termini di riattivazione del servizio di vaccinazione a San Giorgio Jonico, chiede alla Asl/Ta e al suo Dipartimento di Prevenzione un incontro immediato, con il pieno coinvolgimento della locale Amministrazione Comunale.