Vivere il parco delle Gravine

Comuni Jonici
Typography

Un nuovo modo di interagire con la natura, questo l’intento dell’associazione “Amici delle Gravine”, che ha organizzato una giornata all’insegna della scoperta del patrimonio naturalistico

«Felicità è trovarsi con la natura, vederla, parlarle», scriveva Tolstoj nei suoi Racconti e proprio la natura è la protagonista dell’iniziativa promossa dall’associazione culturale “Amici delle Gravine” in programma domenica 8 ottobre.
Presenti attivamente sul territorio da ormai qualche anno per tutelare e scoprire l’immenso patrimonio naturalistico, gli “Amici delle Gravine” invitano i cittadini castellanetani, e non solo, a guardare il territorio con occhi nuovi e ogni volta sempre più consapevoli della ricchezza che lo stesso offre da millenni. In questo percorso di scoperta e conoscenza si inserisce la manifestazione “Vivere il Parco delle Gravine”, con un programma ricco di attività e laboratori didattici.
L’appuntamento è in Piazza Umberto I a partire dalle 10.30 - spiegano gli organizzatori - e si articolerà in escursioni in gravina, ciclotrekking a cura dell’A. s.d. Rudy’s bikers Castellaneta, arrampicate su roccia e su parete artificiale a cura della scuola di Arrampicata k2 Indoor per chi non l’avesse mai fatto, e poi tiro con l’arco, battesimo a cavallo, tecniche di movimento con teleferica e tanto altro. Tra le variegate attività si inseriscono anche diversi laboratori didattici organizzati dall’associazione “Castellaneta evolution Orti condivisi” che avrà il piacere di condurre i più piccoli lungo un percorso botanico in gravina finalizzato alla piantumazione di piante autoctone del territorio.
Per tutti coloro che intendono partecipare, le attività sono gratuite ad esclusione della teleferica e dell’arrampicata sulla parete artificiale per la quale verrà richiesto un contributo volontario. Il ricavato sarà devoluto per l’acquisto della joelette, una carrozzina speciale che consente anche a persone con disabilità di avventurarsi in magnifici sentieri non percorribili con una normale sedia a rotelle.
La manifestazione consentirà, dunque, con la complicità del clima mite e soleggiato di queste prime domeniche autunnali, di svolgere attività all’aria aperta per meglio apprezzare il regalo che la natura ha donato al nostro territorio, bagaglio prezioso e imprescindibile per ognuno di noi.