Breaking news
Martedì, 23 Gennaio 2018
Pregiudicata tarantina finisce in carcere. Ha violato per venticinque volte le prescrizioni imposte dalla misura alternativa

AL MUMA DI LATERZA LA CERAMICA CLASSICA ITALIANA

Comuni Jonici
Typography

Dal 13 gennaio al 28 febbraio, il MuMa di Laterza ospiterà la mostra itinerante “Grand tour – Alla scoperta della ceramica classica italiana” grazie alle risorse garantite dal progetto regionale “La Murgia abbraccia Matera” che, proiettata verso Matera – capitale della cultura 2019, punta alla valorizzazione delle testimonianze produttive territoriali

Quando si parla di ceramica, il pensiero non può non soffermarsi anche sulla città di Laterza, patria della lavorazione della ceramica e rinomata per le sue preziosissime maioliche. A partire da oggi, il Museo della Maiolica laertina, ubicato all’interno del Palazzo Marchesale, nel cuore del Borgo Antico, ospiterà la mostra “Grand tour – Alla scoperta della ceramica classica italiana” ovvero una raccolta di riedizioni dei grandi classici dell’arte figula nazionale, organizzata dall’ AiCC (Associazione italiana Città della ceramica).
Le maioliche di Laterza sono conosciute in tutto il mondo e rappresentano un importante biglietto da visita della città, che orgogliosa della sue tradizioni identitarie, qualche anno fa, ha istituito il Museo della Maiolica grazie anche alla preziosissima collezione privata, prestata a lungo termine, dell’imprenditore barese Riccardo Tondolo.
L’apertura della mostra sarà preceduta dagli interessanti contributi di due esperte del settore, la docente di Critica d’arte ed Estetica dell’Università degli Studi di Bari, Maristella Trombetta, e la consulente curatoriale dell’AiCC e coordinatore dell’ITS “T. Emiliani” di Faenza, Viola Emaldi. Sono previsti anche gli interventi del sindaco di Laterza, Gianfranco Lopane, del consigliere comunale delegato al MuMA, Sabrina Sannelli, dell’assessore al Marketing e Turismo, Mimma Stano, e del direttore del MuMA, Arcangelo Lapomarda.
Uno spazio all’interno della mostra sarà offerto anche alla sezione professionale – settore Moda – dell’I.I.S.S. Q. O. Flacco di Castellaneta con la presenza di numerosi abiti realizzati dalle alunne dell’istituto studiando linee, tessuti e tecniche decorative accostate a materiali inusuali.