Breaking news
Martedì, 22 Maggio 2018
Laterza. Allontanato dalla casa familiare viene arrestato perché non rispetta le prescrizioni del giudice

Carnevale Marinese alla 35° edizione

Comuni Jonici
Typography

Colori, luci e musica. L'allegria tipica dell'evento in maschera ha pervaso le vie centrali di Marina di Ginosa. Alcuni pezzi sono stati recuperati e ristrutturati. La sirenetta che riavvicina al mare e al sole, la Regina del Male al bivio del bene e i Pagliacci del Circo

Oggi, domenica 11 febbraio alle ore 15:00 da Piazza Stazione, ha avuto inizio la 36esima edizione del Carnevale Marinese. Per le vie della Marina hanno sfilato i carri allegorici realizzati, grazie al lavoro, l’arte di uomini e donne marinesi. Alle 17:30 circa l’arrivo in Piazza Croce Rossa, con l’inizio del COLOR CARNIVAL PARTY, dove diversi DJ si sono alternati sul mega palco con fantastici momenti di “colore”, artisti di strada, stand e tantissimo divertimento.
I tanti volontari, storici e nuovi, hanno recuperato alcuni pupazzi che erano rimasti accatastati nell’ex Tabacchificio per anni. Dal recupero e la maestria, nasce il progetto "Peperilla", la sirenetta marinese, nata dalla fantasia di Mariana Mele, direttrice artistica che dichiara: “Abbiamol’esigenza di rappresentare e battezzare un personaggio nuovo ed originale, simbolico di una Ginosa Marina che riabbraccia i pescatori, il mare, il sole, l’antica torre, la spiaggia. La sirenetta che tutti ammalia in una giocosa festa di turchesi”.
“I pagliacci, invece” - spiega l’artista locale Mariana Mele: “sono stati riesumati dalla polvere e ristrutturati, per farli diventare i protagonisti del “Circo Italia”. Su questo carro pieno di colori, di luci, hanno allietato la festa i deejey Ivan Lampaca (vocalist) Cristian Sanapo, Massimo Punzi, Michele Baldari, Niko Reverse, Luigi Egitto, Pierangelo Maggi, Manuel Volpe.
Infine il terzo carro Malefica, nato dalla richiesta del gruppo mascherato dell’Associazione “Il filo delle Arti”. “Malefica”, la regina del male che in questa sede si propone al bivio del bene, sarà l’albero pensante ad accompagnare le sue scelte. I due pupazzi, anch’essi recuperati e ristrutturati ad arte, si mostrano come una presenza del tutto nuova.
L’evento è patrocinato dal comune di Ginosa in collaborazione con i commercianti marinesi, la Pro Loco e le Associazioni “Gruppo Carnevale Marinese”, Il filo delle Arti, M.a.s.c.i., Azione Cattolica Marina di Ginosa, Step to Dance, Giocando con le note, Visit Ginosa&Marina.