Inaugurata la Casa della Salute a Palagianello

Comuni Jonici
Typography

Sarà presto fruibile la struttura, che sorge in un’area precedentemente adibita al pascolo e che si propone come centro di riferimento dei servizi socio-sanitari; consentirà di raggruppare in un'unica sede molti servizi di assistenza primaria

Dare ai cittadini locali la possibilità di avere una struttura territoriale di riferimento alla quale rivolgersi in ogni momento della giornata, che possa rappresentare una certezza concreta di risposta competente e adeguata ai diversi bisogni di salute e di assistenza che non richiedano il ricorso all'ospedale. È questo l’obiettivo dichiarato che ha spinto l’Amministrazione comunale di Palagianello a credere nel progetto della Casa della Salute. La struttura, che dispone di una vasta area esterna di pertinenza e si divide in due blocchi funzionali, ciascuno dei quali di 300mq, intercomunicanti tra loro, era già stata inaugurata una prima volta nel 2013, ma non aveva potuto assolvere le funzioni prestabilite anche a causa di problemi di natura tecnica legati alla fornitura di energia elettrica, come ci spiega l’assessore ai Servizi Sociali, nonché vicesindaco, Maria Rosaria Borracci: «A causa di alcune difficoltà non dipese dalla nostra volontà - spiega l’assessore - abbiamo dovuto posticipare l’apertura della Casa della Salute. Ad esempio, per la sostituzione del contatore, che disponeva di una potenza non sufficiente rispetto a quella necessaria, abbiamo dovuto aspettare più di anno». Per quanto concerne i tempi richiesti per rendere la struttura realmente fruibile ai cittadini, l’assessore chiarisce che «abbiamo siglato un accordo con l’Asl che, dopo aver provveduto a far installare i necessari sistemi di video sorveglianza, trasferirà definitivamente la propria sede locale presso la Casa della Salute offrendo i servizi del Distretto Socio-Sanitario 1, quali ad esempio l’ufficio anagrafe, l’ambulatorio per i prelievi, il CUP». A breve, inoltre, anche alcuni medici di famiglia dovrebbero sposare il progetto della Casa della Salute, realizzata grazie a finanziamenti erogati dalla Comunità Europea e dalla Regione Puglia: «Presto sigleremo un accordo anche coi medici di base, a cui destineremo il secondo lotto. Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto e - conclude Borracci - ci auguriamo che il cittadino possa cogliere ben presto tutti i vantaggi di questo centro che raccoglie in un unico spazio tutta l'offerta extraospedaliera del servizio sanitario».