23
Mar, Ott

Fango e detriti sul piazzale del santuario

Fango e detriti sul piazzale del santuario

Comuni Jonici

A richiamare l’attenzione dell’amministrazione comunale targata Quarto sullo stato di un luogo simbolo della città, il Pd di Massafra

“L'amministrazione Quarto si è dimenticata della Madonna della Scala. Noi democratici, chiediamo che il piazzale della chiesa venga ripulito. Il piazzale superiore di accesso alla scalinata che conduce al san-tuario della Madonna della Scala nell'omonima Gravina risulta, dopo tutto questo tempo, ancora coperto da fango, terra e detriti, probabilmente giunti nel piazzale dopo l'acquazzone che ha inte-ressato la città il 21 agosto e dopo la bomba d'acqua del 7 di settembre. Il Santuario e la gravina, con il suo villaggio rupestre, sono da sempre luoghi importanti per il turismo. Il piaz-zale è il primo luogo di accesso alla gravina ed è indecoroso lasciarlo in questo stato di totale ab-bandono e sporcizia”. I democratici di Massafra sottolineano inoltre che “è importante per la sto-ria e le tradizione della nostra città ed è tra i luoghi prediletti da molte coppie per sposarsi. Cre-diamo sia doveroso che l'amministrazione intervenga al più presto per pulire e bonifica-re. Chiediamo anche che l'amministrazione provveda anche a riparare tutti gli altri danni che hanno avuto le strade e i marciapiedi di Massafra, sempre in seguito alle copiose piogge, (per ci-tare un esempio, nella zona del cimitero, del conglomerato bituminoso è stato asportato finendo in gravina).