18
Gio, Ott

Violenta lite al “Bellisario”. Interviene il sindaco

Violenta lite al “Bellisario”. Interviene il sindaco

Comuni Jonici

"Bisogna ristabilire la fiducia nella scuola”: così il primo cittadino di Ginosa sulle tensioni registrate all’interno dell’Istituto Scolastico di via della Pace, nella giornata di martedì

“Ristabilire serenità e fiducia nelle istituzioni scolastiche per proseguire l'anno”: è quanto auspica e chiede agli enti preposti il Sindaco di Ginosa, Vito Parisi, alla luce di quanto accaduto nelle scorse ore presso l'Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "Bellisario - Sforza". Il plesso, situato in via della Pace, è stato teatro di quella che è stata descritta come una violenta lite tra il preside della scuola, Prof. Elio Agrusta, e una docente, conclusasi con conseguenti denunce. «Un clima di tensione che non giova agli studenti dell’istituto – ha dichiarato il primo cittadino, che ha espresso forte preoccupazione per la vicenda – da quanto appreso, tali nervosismi persisterebbero già da alcune settimane in seguito, sembrerebbe, a un cambio di organigramma rispetto al trascorso anno scolastico 2017/2018. A portare alle modifiche della pianta organica precedente, una gestione del personale apparentemente torbida, con un organigramma, pare, di tipo familistico, terminata quest’anno. Decisione giusta e personalmente condivisa, viste le intenzioni; il preside Agrusta mi ha garantito la volontà di eliminare ogni situazione di criticità. Questa disposizione, tuttavia, starebbe subendo alcuni contrastati. A prescindere dagli schieramenti che si sono o potranno venirsi a creare, la mia unica preoccupazione riguarda gli alunni e il ripristino del clima di serenità necessario al normale svolgimento delle attività curriculari. Si faccia quindi chiarezza sui recenti avvenimenti e su tutti i presunti elementi che avrebbero reso poco trasparente la pregressa gestione dell’organigramma, affinché siano garantiti chiarezza e, lo sottolineo, il bene della Scuola. I presupposti per la corretta prosecuzione della vita scolastica presso il “Bellisario-Sforza" ci sono tutti. Si vada avanti"!