21
Mer, Ago

Tre milioni per via Matrice

Tre milioni per via Matrice

Comuni Jonici

La Giunta Regionale ha finanziato un intervento per la mitigazione del rischio geomorfologico per Ginosa. Parisi: “Sinergia con la Regione”

La Giunta Regionale ha finanziato un intervento per la mitigazione del rischio geomorfologico con un importo pari a euro 3.000.000 individuato dall’Ufficio Difesa del Suolo della Regione Puglia in favore del Comune di Ginosa per il 1° Stralcio “Centro Storico zona A” inserito nella piattaforma ReNDiS ISPRA (Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo).
Si tratta di un progetto riguardante direttamente il centro abitato relativo al "Centro storico zona A", ovvero l’area di Via Matrice. Dopo essersi dotata del primo studio idrogeologico e geologico nel 2017, l’Amministrazione Comunale a maggio 2018 ha trasmesso dodici progetti relativi a interventi per contrastare il dissesto idrogeologico a Ginosa e Marina di Ginosa. Tra questi, anche quello di Via Matrice, che è stato interamente finanziato e definito “ urgente, indifferibile e prioritario’.
“Questo finanziamento contribuirà alla messa in sicurezza e al consolidamento di Via Matrice - ha dichiarato l’Assessore al Centro Storico Emiliana Bitetti - a maggio 2018 sono stati trasmessi, al fine dell’inserimento nel registro nazionale per la difesa del suolo, dodici progetti complessivi per la mitigazione del rischio idrogeologico per i territori di Ginosa e Marina di Ginosa.
L’importanza di portare avanti la progettualità prevista, è dovuta al fatto che questa zona è prospiciente il centro abitato, e la sua messa in sicurezza serve a garantire l’incolumità delle persone che ci abitano, nonché il ripristino di un tratto di strada crollato che rappresenta un collegamento importantissimo per il centro storico”.
“Un risultato sperato per le nostre comunità - ha dichiarato il Sindaco Vito Parisi - frutto dell’attenzione che abbiamo da subito posto sul tema della mitigazione del rischio geologico e idrogeologico. Era fondata la nostra consapevolezza sulla necessità di uno studio geologico e idrogeologico dei territori e, non appena depositato l’apposito studio, massima è stata la determinazione nella redazione dei progetti appropriati a seguito delle indagini e dei monitoraggi condotti sui luoghi critici.
Al momento, la vulnerabilità di Via Matrice persiste ed è stata riconosciuta e attenzionata proprio per essere limitata. Stiamo procedendo alla cantierizzazione con la massima celerità”.
Il primo cittadino ha infine ringraziato la Giunta regionale e il responsabile dell’Ufficio Difesa del Suolo “per la collaborazione dimostrata per Ginosa in questi mesi di lavoro istituzionale svolto sinergicamente grazie a lavoro e impegno costanti”.