17
Sab, Nov

La Francia della retorica

La Francia della retorica

Euromediterraneo

Il presidente transalpino mina, per convenienza politica, uno dei pilastri culturali del paese: la laicità. Nessuna religione viene privilegiata e ogni individuo ha la scelta delle proprie opinioni e fede

I principi fondamentali della Repubblica francese sono raccolti nel suo motto : “Liberté, Egalité Fraternité”. Sono diritti imprescindibili, politici e sociali, riconosciuti ai cittadini dai diversi governi repubblicani. L’articolo primo della Costituzione si iscrive in questo quadro perché recita che “La Francia è una Repubblica indivisibile, laica, democratica e sociale.” Il concetto laico della Repubblica proviene dal principio della libertà di fede e dal principio d’uguaglianza dei cittadini davanti alla legge e ciò implica la separazione dello Stato e della Chiesa. Nessuna religione viene privilegiata e ogni individuo ha la scelta delle proprie opinioni e fede. La trasmissione dei valori della Repubblica passa attraverso la scuola dove è di fondamentale importanza insegnare la convivenza civile. Il discorso rivolto da Emmanuel Macron alla conferenza episcopale francese nel collège des Bernardins, a Parigi, ha posto qualche interrogativo quando il presidente del Paese transalpino ha dichiarato che “Ci unisce in qualche modo il sentimento che il legame tra la Chiesa e lo Stato si sia rovinato, e che ripararlo sia importante per voi come per me.” Si dimentica, forse, il presidente Macron che in ogni scuola è appesa la “Charte de la Laïcité” ? Si dimentica anche di questa carta quando va a visitare il liceo della Legione d’Onore dove studiano figli e nipoti di cittadini meritevoli e si dimentica di far visita al liceo statale dello stesso luogo dove la violenza la fa da padrone nel cortile di scuola e dove gli insegnanti devono ogni giorno mediare per poter insegnare. Perché andare in una scuola materna vicino a Le Mans per farsi intervistare dal famoso giornalista di TF1 Pernaut e parlare seduto sulle piccole sedie dei bambini di un possibile intervento in Siria, lasciando iscritto sulla lavagna dell’aula vuota questo messaggio : “Molte grazie per la vostra accoglienza in questa magnifica aula. Conto su di voi per apprendere al meglio e domani fare la vostra parte nel nostro bel Paese. Con amicizia". La laicità permette l’esercizio della cittadinanza, conciliando la libertà di ciascuno con l’uguaglianza e la fraternità di tutti.