Principali articoli

Un minimanuale per non morire di scoop

Giornalismi

Le notizie hanno superato il limite legale, ma durano poco, scrive il Washington Post. Questo “ritmo vertiginoso è appropriato solo per un’autostrada – scrive la Sullivan – Alcuni spettatori si sono semplicemente coperti le orecchie e hanno emesso un urlo degno di Munch: ‘Basta!’”. Ma poi ci sono i social, che distorcono ancora di più quel che già dritto non pare affatto" (Questo articolo è stato pubblicato nell'edizione online de "Il Foglio")

La storia di Hallelujah

Giornalismi

E' stato il suo brano più travagliato. Leonard Cohen mai azzeccò nè la prima nè la seconda versione della sua canzone più iconica. Ma poi Hallelujah è diventata un inno, una consolazione e una preghiera, ed è stata cantata da tutti, proprio da tutti

Fico della Mirandola

Giornalismi

Peggio della sinistra c’è solo la sinistra in formato grillino. Studioso non di Machiavelli o Beccaria ma di Gigi d’Alessio e Nino d’Angelo. Un genio dal sapere enciclopedico, il nuovo presidente della Camera

Fascisti mascherati da antifascisti

Giornalismi

Il Fascismo non è stata una “parentesi” della nostra Storia, come ebbe sciaguratamente a dichiarare Benedetto Croce

Perchè la Cina fa shopping a San Siro

Giornalismi

Nel giorno della sua scomparsa, rendiamo omaggio a Piero Ostellino con questo suo articolo. Come nostra abitudine, nell'edizione domenicale di CosmoPolis, pubblichiamo uno scritto di un grande giornalista italiano. L'ex direttore del Corriere della Sera è stato un liberale, fustigatore salace dei regimi comunisti. Memorabili i suoi resoconti da Mosca in piena Guerra Fredda

Il sangue pazzo della memoria italiana

Giornalismi

C’è come un coccio perduto – come la chiave senza toppa – nell’incompiuta d’Italia. Colto, elegante e di sinistra, Francesco Merlo incontra la novità e subito coglie l’innesco: la parola