17
Sab, Nov

AL PASSO COL CANGURO

AL PASSO COL CANGURO

Moda

Rientra sulle passerelle il marsupio oggetto cult anni ’80 sdoganato dal suo contesto e futuro accessorio della prossima stagione

Avevamo oramai derubricato la questione attribuendo l’accessorio a un pregiudizio sociale, ora viene sdoganato e restituito ad oggetto di culto della prossima stagione. Il marsupio, oggetto capace di congiungere felicemente comodità e un po’ di grinta vede negli anni ’80 la sua espressione più vivida. A quel tempo sulla terra abitavano i paninari, gli street artist ed esibivano jumpsuit sportive, comfort e a tinte fluo, calzettoni bianchi e fasce per capelli. Vero come scriveva Cicerone già nel I sec. a. C. che la natura non crea nulla di superfluo l’idea si ispira ai marsupiali come il canguro, che custodiscono l’embrione in una resistente tasca a livello addominale. Ad oggi il marsupio rientra sulle passerelle incorniciando blazer, abitini eleganti, grazie all’intuito di griffe come Gucci, Prada, Chanel, Vuitton che contaminano generi, adulterandoli ed enfatizzandone l’uso, e astraendo l’impiego da un contesto ovvio o demodé. I borselli dunque, must have della stagione 2018, affrancano dai vincoli delle bag tradizionali consegnando alle it girl la libertà di muoversi senza catene, manici ingombranti permettendo con un solo coup d’eye di rintracciare i propri effetti. Una leggerezza invocata da chi vuole restare al passo correndo veloce.