02
Gio, Lug

La vita meravigliosa di Diodato

La vita meravigliosa di Diodato

Spettacoli

Dopo la vittoria al Festiva di Sanremol, il cantautore tarantino torna con un nuovo album. Incontrerà i fan nel Bookstore Mondadori domenica 23 febbraio alle Porte dello Jonio all’Auchan

È uscito il giorno di San Valentino “Che vita meravigliosa”, il nuovo album di Diodato, vincitore del Festival di Sanremo 2020, per la Carosello Records. A due anni di distanza dal precedente lavoro “Cosa siamo diventati”, il cantautore tarantino realizza undici tracce in cui da vita ad una istantanea realista di un vissuto costituito da fragilità e passioni, ma anche di rinascite. Inoltre, non senza volgere uno sguardo attento alla società, ai rapporti tra le persone e a quelle invisibili barriere che caratterizzano la nostra epoca.

Anticipato dalla titletrack e dal brano sanremese “Fai Rumore”, il disco presenta una copertina particolare e suggestiva, realizzata da Paolo De Francesco, che racchiude in sé lo spirito del progetto discografico. Un disegno quasi surrealista che fa emergere la percezione di un conflitto tra l’ambizione di un tutto visibile e l’individuazione di una verità nascosta nelle persone e nelle cose.

“Che vita meravigliosa” si concentra sulle emozioni e sulla capacità di esprimersi e raccontare con semplicità delle storie in cui ci si ritrova. Di questo Diodato è entusiasta, rivelando di essere felice quando qualcuno gli fa presente di essere riuscito a riconoscersi nelle sue canzoni.

Ascoltando i brani emerge la grande capacità dell’artista di unire la leggerezza con la profondità, sia nei testi che negli arrangiamenti, riuscendo a far passare in modo lineare e diretto i messaggi contenuti al loro interno. Tanti i temi che il cantautore affronta in questo album, dall’amore al dolore per una storia finita, passando per la solitudine fino ad arrivare alle contraddizioni della società digitale, raccontate nel brano “Il commerciante”.

In “La lascio a voi questa domenica” affronta il delicato tema del suicidio e dell’indifferenza della gente, di quella freddezza e distanza con la realtà, attraverso una melodia pop quasi in contrasto con il racconto.

L’Amore finito è il tema di “Quello che mi manca di te”, un brano malinconico che ripercorre i ricordi di una storia che non si riesce a dimenticare con la speranza, se pur dolorosa, che “Quello che manca davvero di te non lo so spiegare ma spero sia la stessa cosa che manca a te di me”.

“Che vita meravigliosa” è stata scelta dal regista Ferzan Ozpetek come colonna sonora del film “La Dea Fortuna”. Con questo brano, Diodato è stato nominato nella cinquina per la miglior canzone originale al Premio David di Donatello di quest’anno.

Dopo l’instore tour che lo porterà in giro per l’Italia, la cui ultima tappa sarà a Taranto domenica 23 febbraio, dove incontrerà i fan nel Bookstore Mondadori alle Porte dello Jonio, all’Auchan, infine si esibirà live per la prima volta all’Alcatraz di Milano e l’Atlantico di Roma. Il 16 maggio a Rotterdam rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest.