12
Lun, Nov

Perdita GPL all'Eni

Perdita GPL all'Eni

Ambiente

Con una nota inviata alla stampa la Raffineria comunica quanto accaduto durante le operazioni di riavvio in seguito alla fermata per manutenzione programmata. Da qui il fenomeno odorigeno avvertito nelle ultime ore in città. Nel frattempo il sindaco di Taranto ha chiesto di conoscere "gli esiti delle indagini"  

“Una lieve perdita di GPL si è verificata alla Raffineria di Taranto causando il fenomeno odorigeno” avvertito nei pressi dell’area industriale di Taranto. Eni comunica che “nell’ambito delle operazioni di riavvio della Raffineria di Taranto a seguito della fermata generale per manutenzione programmata, si è verificata una lieve perdita di GPL da una linea dell’impianto di “trattamento gas” ricevuto dall’unità di distillazione primaria. La perdita, seppur minima in relazione a considerazioni di sicurezza e di qualità dell’aria, ha generato un effetto odorigeno ed è stata prontamente rimossa. Il fenomeno – assicura Eni - è da considerarsi assolutamente episodico. La Raffineria conferma di avere inoltre messo in campo tutte le azioni ispettive e di controllo atte ad evitare che il fenomeno possa ripetersi”.

Nel frattempo il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci ha “attivato l’interlocuzione, tramite degli uffici competenti, con gli Enti preposti al fine di comprendere le cause di quanto avvenuto” allo scopo di “valutare eventuali azioni da parte dell’Amministrazione”. “Siamo in attesa di conoscere gli esiti di tali indagini, – conclude la nota da Palazzo di Città - mantenendo alta la vigilanza”.