20
Mar, Nov

Il modo della natura: resiliente nelle viscere della diossina

foto Caiulo repost Repubblica.it

Ambiente

La natura trova sempre un modo, e di solito è straordinario. Questa l’immagine restituita dallo scatto di Alessandro Caiulo, avvocato di Brindisi appassionato di immersioni subacquee, e divenuto virale nelle scorse ore. Nel fondale del Mar Piccolo di Taranto, offeso da anni di inquinamento industriale un tenace cavalluccio marino

La natura trova sempre un modo, e di solito è straordinario. Questa l’immagine restituita dallo scatto di Alessandro Caiulo, avvocato di Brindisi appassionato di immersioni subacquee, e divenuto virale nelle scorse ore pubblicato sui maggiori siti di informazione.  Nel fondale del Mar Piccolo di Taranto, offeso da anni di inquinamento industriale, le cui acque sono state ritenute contaminate da diossina, pullula ancora di vita. Animali marini improbabili tra gli impianti di raffreddamento dell’Ilva. Un’area inospitale per la quale è stato predisposto il divieto di balneazione sembra divenuta la casa di accoglienza di un cavalluccio marino ignaro e forte, tenace nel riconquistare i proprio spazi. Un segno ottimista e vivace di un territorio che stenta la volata, ma nelle cui viscere matura il bisogno di rinascere. Al di là della devastazione esiste una speranza, una fede incrollabile riposta nel fragile e vulnerabile ecosistema.