20
Mar, Nov

Investire sulla risorsa mare di Taranto: progetti e strategie

Investire sulla risorsa mare di Taranto: progetti e strategie

Ambiente

Investire sulla risorsa mare di Taranto. Al via progetti per lo sviluppo delle zone di maggiore interesse: Mar Piccolo, Isole Cheradi, Città Vecchia

Investire nella risorsa mare di Taranto. Questo l’auspicio del vice sindaco, Assessore allo Sviluppo economico, turismo e risorsa mare, Valentina Tilgher. Sul tema “c’è grande fermento” spiega Tilgher “Dalle zone ricche di valore paesaggistico e naturalistico affacciate sul Mar Piccolo alla ottimale fruizione del potenziale delle Isole Cheradi, passando per il rilancio delle attività produttive dell’Isola Amministrativa”. Iniziative sulle quali l’Amministrazione “è aperta all’approfondimento e al confronto” per l’elaborazione di una “strategia di rivitalizzazione di Taranto e di valorizzazione della risorsa mare”.

“In questo senso è importante comprendere come articolare lo sviluppo della costa e modulare la pianificazione in modo omogeneo e rispondente alle esigenze della città, avendo ben presenti priorità e vincoli, coinvolgendo in modo costruttivo le terze Autorità aventi titolo. – aggiunge il vice sindaco -  

Tra i progetti in cantiere l’affaccio al lungomare, la riqualificazione dei waterfront della Città Vecchia e dell’Isola Amministrativa, di Viale del Tramonto e del percorso naturalistico che dalla Palude La Vela arriva fino al Convento dei Battendieri.

“Ad ognuna di tali aree vengono date destinazioni coerenti con diverse opportunità di sviluppo della risorsa mare: - prosegue Tilgher - stabilimenti balneari, porti turistici, aree di valorizzazione del patrimonio gastronomico tipico, percorsi slow nella natura, recettività, sport acquatici, valorizzazione delle arti della marineria, cultura e tradizioni del mare, cinema”. “Ciascun progetto – aggiunge - verrà realizzato con modalità partecipative che ne garantiscano la condivisione e l’efficacia e sarà fondato su di un contemperamento fra esigenze economiche e di salvaguardia ambientale”.