16
Ven, Nov

Assennato: “Fake news nel Piano Ambientale”

Assennato: “Fake news nel Piano Ambientale”

Ambiente

L’ex Direttore di Arpa Puglia definisce, in una intervista pubblicata oggi su “Repubblica”, inquietante l’Addendum al Piano Ambientale Ilva

“Addendum al Piano Ambientale Ilva inquietante e con fake news”: una dichiarazione pesante soprattutto se si considera che appartiene a Giorgio Assennato, Direttore di Arpa Puglia dal 2006 al 2016. L’intervista appare oggi su “Repubblica”. Secondo il professore, verrebbe consentito ora agli indiani di Arcelor Mittal quel che è stato assolutamente negato ai Riva. Assennato sottolinea il grande bisogno di Taranto di recuperare la sua normalità e torna, a proposito di anomalie, sulla immunità penale garantita ai gestori della fabbrica. A proposito di fake news, l’ex Direttore di Arpa rileva la gravità di un aumento della produzione di acciaio da 6 a 8 milioni di tonnellate “deciso a tavolino, non vincolato ad alcun intervento”. Un aumento che, tra l’altro, aggiunge Assennato, non è possibile che non determini ulteriori emissioni, come invece si evince dai documenti. Il richiamo poi al Decreto Balduzzi, “che cancellò la valutazione del danno sanitario introdotta dalla Regione Puglia e separò la valutazione sanitaria da quella ambientale”. Per Assennato nel Piano Ambientale c’è anche del positivo: la copertura dei parchi minerali e la bonifica delle acque che sono nei suoli sottostanti l’Ilva.