20
Mar, Nov

Rifiuti abbandonati, Regione: 250 mln per Taranto e provincia

Rifiuti abbandonati, Regione: 250 mln per Taranto e provincia

Ambiente

La Giunta regionale ha stanziato ulteriori fondi (250 milioni di euro) per interventi di rimozione dei rifiuti abbandonati ai Comuni in provincia di Taranto. Borraccino: “L’obiettivo dissuadere i comportamenti illeciti e lesivi a danno del patrimonio ambientale”

La Giunta regionale ha stanziato ulteriori fondi (250 milioni di euro) per interventi di rimozione dei rifiuti abbandonati ai Comuni in provincia di Taranto. A comunicarlo l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino. Si tratta di una delibera approvata dalla Giunta per lo scorrimento della graduatoria dei Comuni pugliesi che hanno partecipato all'Avviso Pubblico per sostenere gli interventi di rimozione dei rifiuti illecitamente abbandonati sulle aree pubbliche. Nell'ambito del progetto di Tutela Ambientale, che prevede anche dei monitoraggi  sul territorio per contrastare il fenomeno, la Regione Puglia infatti aveva pubblicato a maggio scorso un bando finalizzato a sostenere i  Comuni  per  la rimozione dei rifiuti ed il  risanamento delle aree pubbliche.

“Alle risorse inizialmente disponibili, 3 milioni di euro, su proposta dell'Assessore all'Ambiente Stea, - aggiunge l’Assessore- sono stati destinati ulteriori  1,5 milioni di euro che permetteranno di  riconoscere il contributo a tutti i Comuni  le cui istanze erano state giudicate ammissibili”. In provincia di Taranto sono sette i Comuni beneficiari: a parte il capoluogo jonico (100.000 euro), Massafra (30.529,51 euro), Monteparano (48.500 euro), Statte (50.000 euro), Manduria (44.000 euro), Pulsano (37.500 euro),  Montemesola (41.000 euro). Risorse impegnate per “dissuadere i comportamenti illeciti e lesivi – conclude Borraccino - a danno del patrimonio ambientale”.