21
Mer, Nov

A scuola si impara anche l’educazione ambientale

A scuola si impara anche l’educazione ambientale

Ambiente

Arriva nelle scuole “La caccia al tesoro di Capitan Eco”. Per l’assessore Paradiso è fondamentale partire dai più piccoli per coinvolgere le famiglie

Rafforzare la raccolta differenziata e coinvolgere le famiglie attraverso gli alunni delle scuole primarie, promuovere l’utilizzo dei Centri Comunali di Raccolta sul territorio di Ginosa e Marina di Ginosa e sostenere la formazione della “cultura ambientale’’: sono questi gli obbiettivi del progetto “La caccia al tesoro di Capitan Eco’’.
L’iniziativa, promossa dal Comune di Ginosa e messa a punto da Achab Group, è rivolta a tutti gli alunni della scuola elementare di ciascun plesso scolastico ed è stata presentata nei giorni scorsi ai rappresentanti dei rispettivi istituti.
Un’autentica gara che partirà il 12 novembre e terminerà il 7 dicembre. Ogni studente, consegnando i rifiuti riciclabili presso i CCR (in contrada Bandiera a Ginosa e in zona Ischia Carrara di Lupo a Marina di Ginosa) otterrà un timbro sulla “ecomappa’’, che gli sarà fornita direttamente a scuola.
Più mappe riuscirà a completare, più aiuterà la sua classe a vincere la sana competizione. Un’idea divertente e coinvolgente per i bambini con un intento nobile: riciclare e mantenere l’ambiente pulito.
«Questo progetto, oltre a permettere ai più piccoli di imparare l’importanza di riciclare, avrà una positiva ricaduta sul nostro territorio – ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente Filomena Paradiso - il miglioramento dei risultati della raccolta differenziata, passa attraverso l'educazione ad essa sin dalla tenera età. L'inserimento dell’educazione ambientale sin dalla scuola primaria è doveroso per permettere alle nuove generazioni di confrontarsi al meglio con queste tematiche – ha concluso l’Assessore - così da poter ridurre progressivamente l'azione sanzionatoria a contrasto di errate prassi».