17
Sab, Nov

Slc Cgil Taranto, Lumino: “Finalmente ripulita la zona adiacente Teleperformance”

Slc Cgil Taranto, Lumino: “Finalmente ripulita la zona adiacente Teleperformance”

Ambiente

All’indomani della denuncia del sindacato sulla condizione di degrado attorno al noto call center, il Comune di Taranto interviene per ripulire l’area. A tutela dalla sicurezza dei lavoratori al momento risulta ancora difficile ripristinare l’illuminazione nella zona a causa del furto dei cavi di rame

 “Siamo pienamente soddisfatti per la tempestiva risposta fornita dal Comune di Taranto alla nostra denuncia sulla condizione di degrado in cui versava via della Transumanza e una parte dell'area industriale di Paolo VI dinanzi a Teleperformance: l'ente si è mosso immediatamente terminando i lavori di pulizia e restituendo decoro e sicurezza a quel tratto di strada frequentato abitualmente da migliaia di uomini e donne”. È il commento di Andrea Lumino, segretario generale della Slc Cgil di Taranto, dopo le operazioni di pulizia disposte dal Comune nella zona industriale di Paolo VI. Nei giorni scorsi il sindacato aveva denunciato una situazione di degrado nelle aree circostanti il noto call center. Una donna infatti, impiegata nell’azienda, era stata aggredita da un ratto sbucato dalle sterpaglie. Oltre a ciò la scarsa illuminazione dell’area parcheggi restituiva la questione della sicurezza soprattutto a tutela dei lavoratori sottoposti a turni serali.

“Non possiamo non ringraziare per aver ascoltato la voce dei lavoratori e, al contempo, chiedere che questa vicinanza non sia uno spot occasionale. Abbiamo infatti ricevuto informazione - ha aggiunto Lumino - che l'assenza di illuminazione è dovuta al furto dei cavi in rame dall'impianto nell'area di via della Transumanza: riteniamo quindi indispensabile che tutti gli attori di questa vicenda facciano quadrato: dalle aziende dell'area come Teleperformance, Citroen, consorzio Asi, alle istituzioni locali, dalle organizzazioni sindacali alle forze dell'ordine per intervenire concretamente sul tema sicurezza. Una strada da percorrere – ha suggerito il sindacalista – potrebbe essere quella di utilizzare i progetti PON sulla lotta alla criminalità per rafforzare la sicurezza e garantire serenità le migliaia di lavoratori che ogni giorno si recano in questa zona del quartiere Paolo VI. Come Slc Cgil di Taranto – ha concluso il segretario generale – ci rendiamo da subito disponibili a fare la nostra parte per trovare soluzioni a problemi annosi che meritano di trovare un epilogo rapido e positivo”.