19
Dom, Mag

Taranto sarà più "verde"

Taranto sarà più "verde"

Ambiente

Il sindaco di Taranto commenta il programma del verde urbano per il capoluogo jonico. Nuove piantumazioni in aree scarsamente vissute

Taranto ancora più verde. Cosìil sindaco di Taranto commenta il programma del verde urbano per il capoluogo jonico. "Giaceva da troppo tempo nei meandri degli uffici comunali. - aggiunge Melucci - Grazie anche alla sensibilità ed alla fattività del Presidente della Commissione Ambiente, Mimmo Cotugno, il programma verrà discusso in commissione già nella prima settimana di gennaio. Non si può pensare ad una città verde senza una preventiva pianificazione - prosegue il primo cittadino - che ci consenta di abbandonare il passato pressappochismo e l'improvvisazione per guardare ad una seria e fattiva azione di valorizzazione del verde esistente e lo sviluppo di nuove aree destinate al miglioramento della qualità della vita dell'intera cittadinanza”.

Inizialmente l'intervento di piantumazione ha visto aree scarsamente vissute e vivibile. "'Un albero per ogni nuovo nato' - spiega l'assessore all'ambiente Francesca Viggiano - è stata l'occasione per puntare a valorizzare aree urbane diffuse, con un vero e proprio rinnovamento del verde esistente e l'inserimento di nuove alberature. A villa Attica (Giardini Cordelia Jannelli), Taranto 2, sono stati piantati 93 nuovi alberi, 80 querce e 13 platani, 75 prunus a viale Cannata, Paolo VI, 45 ligustri sempre a Paolo VI, fra viale Cannata e viale della Liberazione, 5 ligustri alla Salinella, 60 pitosfori a Paolo VI, 30 prunus a Parco Robinson, 35 alberi su via Lago Maggiore, 60 a piazza Alda Merini oltre a 40 pitosfori, 22 su corso Umberto, 15 ligustri su via Nitti , 25 a piazza Spagnoletti e numerosi altri interventi previsti per le prossime settimane.

La consegna delle prime 93 targhe ai genitori dei bambini nati nel 2017 tra Taranto 2 e quartieri limitrofi avverrà con una cerimonia simbolica sabato 22 dicembre alle ore 11,00 a piazza Cordelia Jannelli. Sarà un momento di incontro con la cittadinanza e la consegna delle targhe sarà il simbolo del riappropriarsi di quelle aree da parte dei nuovi nati, il vero futuro di questa città.

Alla cerimonia prenderanno parte anche i 25 studenti della IV C dell'indirizzo biotecnologie sanitarie dell'Istituto Maria Pia che hanno collaborato alla realizzazione dell'intervento nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro.