17
Mer, Lug

Autorizzazione trivelle. Musillo: “Gioiello politico”

Autorizzazione trivelle. Musillo: “Gioiello politico”

Ambiente

“Un vero plauso va indirizzato al governo del (presunto) cambiamento. Il movimento politico "idea indipendente" manifesta la sua netta contrarietà a realizzare tali progetti connotati da logiche politiche ed economiche ormai arcaiche e improduttive, perché ignorano la sostenibilità ambientale e danneggiano lo sviluppo culturale e socio-economico dei territori”

“Il governo giallo-verde a trazione leghista e assistenza pentastellata, tramite il MISE(Ministero Italiano per lo Sviluppo Economico), ha varato un altro gioiello politico da regalare al nostro Paese e, in particolare, alle comunità dell'arco jonico (Puglia, Basilicata e Calabria): l'autorizzazione a compiere ricerche di idrocarburi nel Mare Jonio, cuore del Mediterraneo. In data 31 dicembre 2018, infatti, è stato pubblicato sul BUIG (Bollettino Ufficiale degli Idrocarburi e delle Georisorse) l'autorizzazione a tre nuovi permessi (F. R. 43-44-45 GM) di ricerca petrolifera su una superficie complessiva di 2.200 kmq a favore della società americana Global MED LLC. La ricerca autorizza l'uso dell'air guns, le bombe d'aria e sonore, una tecnica che presenta rischi e criticità per l'ecosistema marino ( danneggiamento dei fondali e della flora e della fauna marina). Senza contare l'impatto 
certamente negativo che avrà sulla pesca, sull' l'attività ittica, sul traffico marittimo e, soprattutto, sul turismo. E questo accade nonostante l'Italia sia vincolata dalla legislazione europea a ridurre le emissioni di gas climalteranti del 20% entro il 2020.
Un vero plauso va indirizzato al governo del (presunto) cambiamento. Il movimento politico "idea indipendente" manifesta la sua netta contrarietà a realizzare tali progetti connotati da logiche politiche ed economiche ormai arcaiche e improduttive, perché ignorano la sostenibilità ambientale e danneggiano lo sviluppo culturale e socio-economico dei territori. Idea indipendente fonda la sua attività politica sul principio della responsabilità, ossia del render conto delle azioni politiche e delle loro conseguenze sulla vita di comunità. A tal fine, pubblichiamo le cartine geografiche che riportano le tre posizioni autorizzate per le ricerche degli idrocarburi”.