18
Gio, Lug

Costa su trivelle: “Non firmo altrimenti me ne vado”

cr ph tiscali notizie

Ambiente

Il ministro dell’Ambiente, Costa ribadisce il suo no alle trivelle e agli inceneritori: “Volerli costruire - dice - è ideologia”. Daspo ambientale per chi inquina

“Sono per il no alle trivelle, le trivelle passano per la valutazione di impatto ambientale, e io non le firmo. Mi sfiduciano come ministro? Torno a fare il generale dei Carabinieri, lo dico con franchezza”. A dichiararlo secondo Ansa il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, intervenendo a un evento a Pescara con il candidato alla presidenza della Regione Abruzzo per il M5s alle elezioni del 10 febbraio prossimo, Sara Marcozzi. Costa ha commentato la riforma della Commissione Via, il cui parere va sul tavolo politico.

“Il ministro si è detto contrario anche agli inceneritori. “Sono fermamente contro gli inceneritori - ha aggiunto -  Volerli costruire è ideologia”. “Non è economico. Questa non è ideologia, ma economia verde, che è più conveniente di quell'altra economia. L'ho chiesto anche a Confindustria: sono rimasti tutti zitti. Non è ideologia essere contro i termovalorizzatori, ma l'esatto contrario". E ha proseguito: “Se per costruire un inceneritore ci vogliono 7 anni e per arrivare all'ammortamento altri 20, vuol dire che quell'impianto va a regime dopo 27 anni. E allora siccome abbiamo stabilito che entro dieci anni in questo Paese dobbiamo arrivare ad avere un residuo di rifiuti indifferenziati del 10%, mi chiedo cosa daremo da mangiare a questi termovalorizzatori”.