21
Mar, Mag

Fiaccolata per i bimbi di Taranto: basta a vittime dell’inquinamento

Fiaccolata per i bimbi di Taranto: basta a vittime dell’inquinamento

Ambiente

Istituire una giornata nazionale per le troppe vite spezzate a causa degli effetti dell’inquinamento. Quest’oggi la presentazione della “Fiaccolata per i nostri Angeli” prevista il prossimo 25 febbraio che vedrà sfilare associazioni e cittadini

Una fiaccolata per onorare il ricordo dei bambini di Taranto morti di cancro e per le vittime di malattie legate all’inquinamento. Presentata oggi la “Fiaccolata per i nostri Angeli” corteo in programma il 25 febbraio a Taranto a cui parteciperanno associazioni e cittadini. L’iniziativa organizzata da Genitori Tarantini pone al centro proprio le vittime più indifese, quelle più inermi le cui vite spezzate troppo presto, necessitano di una riflessione profonda e un agire rapido, senza ulteriori indugi oltre che realmente risolutivo.

“Un corteo funebre – ha spiegato la pediatra Grazia Parisi – con le immagini dei bambini che non ci sono più, e spero che il rumore del silenzio sia così forte che possa togliere sonno e pace a chi pensa di poterci far continuare a vivere in questa maniera, con questa sofferenza. Non è normale – ha aggiunto - convivere con la paura e con la malattia". Sarà anche l’occasione per chiedere al presidente della Repubblica di istituire il 25 febbraio la giornata nazionale delle piccole vittime dell'inquinamento.