13
Mer, Nov

Collinette ecologiche ex Ilva, Arpa Puglia: “Nessun peggioramento della qualità dell’aria”

Collinette ecologiche ex Ilva, Arpa Puglia: “Nessun peggioramento della qualità dell’aria”

Ambiente

Al centro quest’oggi nell’incontro in Prefettura tra il prefetto di Taranto, il sindaco e i rappresentanti dell’agenzia per l’ambiente la questione delle collinette a ridosso delle scuole Deledda e De Carolis nel rione Tamburi, già sequestrate dalla Procura jonica negli scorsi mesi in virtù della concentrazione di inquinanti

Nessun peggioramento della qualità dell’aria nella zona delle collinette ecologiche ex Ilva sequestrate dalla Procura. In valori sono al di sotto della soglia fissati dalla norma. A dichiararlo i rappresentanti di Arpa Puglia in un incontro convocato dal prefetto di Taranto, Antonella Bellomo, al quale ha partecipato anche il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.

 La seduta è servita per valutare i risultati delle analisi aggiuntive che Arpa Puglia ha condotto sulla qualità dell’aria presso i plessi scolastici “Deledda” e “De Carolis”, sulla scorta dell’Ordinanza sindacale n. 9 del 2019, che prendendo le mosse dai provvedimenti di sequestro dell’Autorità giudiziaria aveva disposto in via cautelativa il temporaneo trasferimento della popolazione studentesca.

Gli esiti soddisfacenti di tale ciclo di analisi, unitamente al vigente divieto di accesso alle aree delle collinette ecologiche, secondo i tecnici costituiscono un primo fondamento sul quale è possibile relativizzare il rischio di esposizione ad eventuali contaminanti e condurre un più sereno insediamento di una vera e propria conferenza di servizi, il cui compito sarà presto di procedere ai necessari carotaggi ed ai conseguenti accorgimenti volti alla definitiva messa in sicurezza, ovvero bonifica, dell’intero sito.

Nelle more di poter valutare anche soluzioni precauzionali collegate all’eventuale spolverio degli strati superficiali adiacenti alle due scuole, il tavolo tornerà entro due settimane a riunirsi. Per l’occasione, secondo i recenti auspici del Governo, la struttura commissariale di Ilva in AS ha fornito la propria ampia disponibilità a presentare un progetto che possa consentire nel più breve tempo possibile la revoca del provvedimento sindacale sopra citato, salvo nulla osta della Autorità giudiziaria e dell’ASL di Taranto.

“Ringrazio sentitamente il Prefetto e tutti gli organismi che si stanno spendendo per restituire in tempi ragionevoli normalità e sicurezza ai residenti dei Tamburi e ai nostri piccoli, resto fiducioso - ha dichiarato il primo cittadino a margine dei lavori. Entro poche settimane saremo forse in grado di escludere i principali rischi e comunicare le novità riferibili all’anno scolastico 2019-20. Ora toni bassi e lavoro serio e spedito. Non sembra ci siano ad oggi motivi per fomentare ulteriori allarmi”.