15
Mer, Lug

La storia di Nerone e Bianca: uccisi a bastonate

La storia di Nerone e Bianca: uccisi a bastonate

Attualità

Domenica 26 gennaio una manifestazione in memoria dei due cani brutalmente massacrati lo scorso mese nel capoluogo jonico

Uccisi a bastonate, senza pietà, in una fredda notte di inverno. Non è l’inizio di un racconto di orrore frutto della fantasia ma, purtroppo, la triste e crudele realtà che, lo scorso mese a Taranto, ha messo fine alla vita di Bianca e Nerone. Due cani anziani, di circa dieci anni, uccisi barbaramente negli ex campetti Magna Grecia, in via Alto Adige, dove vivevano e dove la mano di uomini sadici e senza cuore gli ha tolto la vita.

Dopo la straziante segnalazione delle volontarie che da anni si prendevano cura delle due vittime, l’associazione “Cani e Code di Nessuno” ha denunciato immediatamente l’accaduto e ha voluto fortemente organizzare una manifestazione cittadina al fine di dire basta alle violenze sugli animali e soprattutto per chiedere che venga fatta giustizia. 

L’esecuzione brutale, accertata dai medici veterinari della Asl in seguito ad autopsia, non può passare inosservata all’intera popolazione. Chi ha compiuto il terribile atto di violenza inaudita rappresenta una mina vagante per l’intera comunità.

I volontari dell’associazione invitano tutta le autorità, l’intera cittadinanza e le associazioni animaliste a partecipare al sit-in in memoria di Bianca e Nerone.

Appuntamento domenica 26 gennaio, alle ore 10.30 con il corteo che partirà dalla Concattedrale di Taranto (Viale Magna Grecia) e terminerà in via Alto Adige, proprio dinanzi agli ex Campetti Magna Grecia dove gli assassini con un bastone, e in maniera raccapricciante, hanno deciso di mettere fine alla vita di due anime innocenti.

Fanizza Group Carglass