08
Mer, Apr

Coronavirus, dalla Regione alle Asl protocolli per i pazienti

Coronavirus, dalla Regione alle Asl protocolli per i pazienti

Attualità

Il vademecum essenziale per i casi sintomatici o asintomatici (soggetti provenienti da zone rosse o in contatto con pazienti risultati infetti) predisposto dall’Ente ed inviato ai Direttori generali delle Aziende sanitarie dei capoluoghi pugliesi prevede “un approccio cautelativo”. No accessi diretti agli studi e attivazione di un contatto telefonico

Dalla Regione, la Sezione Strategie e Governo dell'Offerta del Dipartimento della Promozione della Salute esplicita il protocollo nei casi sospetti di Coronavirus. Un vademecum essenziale per i casi sintomatici o asintomatici (soggetti provenienti da zone rosse o in contatto con pazienti risultati infetti) predisposto dall’Ente ed inviato ai Direttori generali delle Aziende sanitarie dei capoluoghi pugliesi. L'iter prevede “un approccio cautelativo”: no accessi diretti agli studi e attivazione di un contatto telefonico. “Al fine di evitare concentrazioni dell’utenza negli ambulatori dedicati all’Assistenza Primaria, di Pediatria di libera scelta, della Continuità Assistenziale e degli SCAP (Servizio di Consulenza Ambulatoriale Pediatrica), che potrebbero accelerare processi di contagio – spiegano in una nota  dalla Regione – è stato privilegiato un approccio cautelativo nelle richieste di domande di salute, scongiurando gli accessi diretti agli studi ed attivando prioritariamente un contatto telefonico, che comporta obbligatoriamente la compilazione di una scheda di triage telefonico, da parte del medico interpellato. Limitatamente alla fase emergenziale, - aggiungono – è stato concordato (…) che l’attività ambulatoriale per la Continuità assistenziale e per gli SCAP, pur rispettando gli orari di apertura previsti degli accordi integrativi regionali, non sono da considerarsi ad accesso diretto, ma presuppongono un triage (scelta, tra più pazienti, di quelli maggiormente bisognosi di cure ndr) telefonico o citofonico, con l’obbligo di compilazione della scheda e delle procedure” indicate.     

 

Fanizza Group Carglass