17
Mer, Lug

Sparatoria in via Duomo: 2 arresti

Presumibilmente un debito alla base del diverbio, poi degenerato, tra i due pregiudicati. Almeno 4 i colpi esplosi. In prognosi riservata il 25enne, ricoverato al Miulli con prognosi di 40 giorni il 55enne. In corso indagini mirate al ritrovamento delle armi utilizzate nel conflitto a fuoco di oggi pomeriggio

Caso Stano: Procura conferma nesso tra morte e condotte vessatorie

La svolta nelle indagini ha permesso di stabilire che le condotte addebitate agli indagati sono una “concausa” della patologia di cui era affetta la vittima

Conflitto a fuoco in via Duomo

Il fatto è avvenuto nell'isola nel primo pomeriggio di oggi tra due uomini; uno dei due è grave

Folle corsa per 70 km: 28enne in manette

Si è presentato presso l'azienda per la quale ha lavorato in passato, si è messoalla guida di un furgone utilizzato per i trasporti e, prima ha imboccato la SS 100, poi la 106, toccando anche i 150 km/h. Il 28enne ha forzato posti di blocco, costringendo poliziotti a scavalcare il guard-rail per non essere investiti. L'inseguimento è terminato in provincia di Matera, dove ha lasciato l'auto e ha proseguito a piedi nelle campagne prima di essere bloccato

Cade nella gravina. Tratto in salvo

Tanta paura e molte escoriazioni su gambe e braccia per due ragazzini. Uno dei due è scivolato ed è rimasto aggrappato ad una piccola sporgenza di roccia. La catena umana fatta da poliziotti e vigili del Fuoco ha permesso di salvare il 15enne

Sfruttamento nei campi: due ai domiciliari

Sottopagati e costretti a lavorare in precarie condizioni igieniche e di sicurezza. Arrestati un 64enne italiano e la sua convivente rumena, rispettivamente datore di lavoro e caporale. Sequestrato il terreno in contrada Lama di Pozzo a Marina di Ginosa

Aggredisce i poliziotti in stazione

Gli agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Taranto hanno tratto in arresto un cittadino nigeriano per resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale

Devastazione: 42enne in carcere

Si è recato presso l'Ufficio Immigrazione per rinnovare il permesso di soggiorno, pur essendo destinatario di una misura cautelare, dal momento che è accusato insieme ad altri 22 di aver danneggiato il Centro Permanente per i Rifugiati di Bari, appiccando il fuoco, rovinando mobili e suppellettili, allagando alcuni locali ed imbrattando le telecamere di sorveglianza

Manduria. In carcere due autori delle violenze

Nuovi dettagli sull'altra triste vicenda emersa dopo il caso Stano: due maggiorenni sono accusati di aver trascinato il disabile giù dai gradini della sua casa sino al marciapiede, facendolo cadere, per poi colpirlo violentemente al volto provocandogli la rottura dei denti

Altri articoli...

Fanizza Group Carglass