08
Mer, Apr

Deflagrazioni in Acciaieria 2

Deflagrazioni in Acciaieria 2

Cronaca

Solo grazie alla buona sorte non si registrano conseguenze per il personale che si occupa delle operazioni di affinazione e transita quotidianamente nel luogo dell'incidente. Fiom e Uilm evidenziano situazioni di potenziale pericolo per la sicurezza e per l'ambiente direttamente legate all'aumento produttivo di Acciaieria 2, in seguito alla decisione di Arcelor Mittal di  fermare Acciaieria 1

Diverse deflagrazioni, intorno alle 4.30 di oggi, all'interno dello stabilimento siderurgico ed esattamente all'impianto IDF al servizio del convertitore 1 di Acciaieria 2. Si sono aperti diversi squarci alle tubazioni, nei pressi del pulpito stiring, laddove vi è transito di personale per le attività di affinazione.
Fiom e Uilm, alla luce di quanto accaduto, ribadiscono con maggiore convinzione che “l'Acciaieria 2 non può sostenere l'aumento produttivo a tre convertitori”.
“Arcelor Mittal deve tornare sui suoi passi e sospendere immediatamente la scelta unilaterale di fermare l'Acciaieria1,in quanto i continui rinvii e ritardi su manutenzione ordinaria e straordinaria determinano, in caso di aumento produttivo,situazioni di pericolosità sia dal punto di vista della sicurezza che dell'ambiente”.

Fanizza Group Carglass