29
Dom, Mar

"Comunità sicure": controlli della Polizia di Stato a Taranto e provincia

"Comunità sicure": controlli della Polizia di Stato a Taranto e provincia

Cronaca

Prosegue il lavoro di ordine e sicurezza mandato avanti dagli agenti ionici nel capoluogo pugliese e nel territorio circostante

Ingente il dispositivo di sicurezza messo in campo per i progetti di controllo straordinario del territorio voluti dal Questore di Taranto che, come ormai da diversi mesi, a cadenza settimanale, interessano sia il capoluogo che i comuni della Provincia.

Personale della Sezione Volanti, della Squadra Mobile, del Commissariato Sezionale Borgo e della Divisione di Polizia Amministrativa hanno focalizzato la loro attenzione sulle vie della “Città Vecchia”. Controllati diversi circoli ricreativi, uno dei quali è risultato privo di qualsiasi autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande al pubblico e sanzionato ai sensi di legge.

Continua, inoltre, l’attività di contrasto ai parcheggiatori abusivi: tre di questi sono stati denunciati in stato di libertà.

I primi due per inottemperanza al DASPO Urbano a cui sono sottoposti, l’altro per la violazione degli obblighi del divieto di ritorno nel Capoluogo.

I posti di controllo effettuati hanno permesso di identificare numerosi giovani, cinque dei quali, sorpresi in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti, sono stati segnalati alle Autorità competente come assuntori.

Anche il comune di Martina Franca, con l’ausilio del personale del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale” e della Polizia Locale, è stato teatro dei controlli nell’ambito del progetto “Comunità Sicure”.

Due le ispezioni effettuate in altrettanti esercizi pubblici: al titolare di uno di questi è stata contestata l’occupazione di suolo pubblico e, pertanto, è stato elevata una sanzione amministrativa.

Sette i posti di controllo istituiti sia nel centro cittadino sia sulle principali arterie stradali, 123 le persone e 71 i veicoli controllati, 13 le violazioni al Codice della strada, 2 i veicoli posti sotto sequestro, una carta di circolazione ritirata.

Fanizza Group Carglass