BREAKING NEWS
Domenica, 28 Maggio 2017
CANOA POLO. Si conclude oggi presso la Sezione L.N.I. di Taranto il campionato maschile di A1

Falsi pazienti rubano in studi medici

Cronaca
Typography

Nell'ordinanza di custodia cautelare emerge la “spiccata capacità criminale” dei due arrestati. Avevano messo a segno numerosi furti in diverse zone della Puglia sempre ai danni di strutture mediche. Importante il giro d'affari

Due tarantini con precedenti a carico, quarantadue e quarantacinque anni, si erano ormai specializzati in furti ai danni di strutture mediche, in particolare studi dentistici, non solo nella provincia di Taranto, ma in tutto il territorio regionale. I due pluripregiudicati sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato di Martina Franca. Un giro d’affari che, in pochi mesi, ha fruttato ai malviventi decine di migliaia di euro. L’indagine è partita a gennaio scorso, quando un noto professionista si è rivolto ai poliziotti per sporgere denuncia. Il medico e la sua segretaria hanno raccontato agli investigatori di essere stati vittima del “raggiro” di due uomini, sedicenti “finanzieri”, che hanno dapprima telefonato per chiedere un appuntamento urgente, si sono dunque presentati nello studio dentistico martinese e, dopo aver distratto la segretaria, inducendola ad allontanarsi dalla sua scrivania, si sono impossessati del portafoglio con l’incasso settimanale, sottraendolo dalla borsa della donna, per andar via rapidamente con la scusa di un’urgente chiamata di servizio. La segretaria, insospettita dal fare precipitoso dei due uomini, ha controllato nell’immediato all’interno della borsa, constatando purtroppo che il suo portafoglio e l’incasso dello studio medico erano spariti. Gli investigatori hanno raccolto le testimonianze delle vittime e visionato i filmati delle telecamere di alcuni esercizi commerciali posti nelle vicinanze dello studio. L’attenta e particolareggiata scansione delle immagini ha permesso ai poliziotti di identificare due soggetti, già noti alle forze dell’ordine. Numerosi altri indizi raccolti dagli inquirenti, inoltre, hanno consentito di inchiodare i due uomini quali autori del furto. Nel frattempo, analogie con fatti accaduti sempre in studi medici, nella provincia di Taranto, ma anche in altre zone della Puglia, hanno attirato l’attenzione degli investigatori. Si è accertato così che i due uomini, per portare a termine i furti, utilizzavano lo stesso “modus operandi”. Numerosi medici, in ogni parte della regione, erano stati derubati dai due che, in un breve periodo di tempo, avevano messo a segno i colpi anche a Brindisi, Oria, Massafra, Grottaglie e Turi. Nelle ultime ore sono stati rintracciati per la notifica dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Taranto, che ha peraltro evidenziato la loro “spiccata capacità criminale”

Fanizza Group Carglass