Litigano per una ragazza e spunta un coltello

Cronaca
Typography

Arrestato dai Carabinieri di Avetrana 16enne con l'accusa di tentato omicidio. Avrebbe ferito con un coltello a serramanico il padre di un coetaneo, durante un litigio tra i due minorenni. Il genitore sarebbe intervenuto per riportare la calma

Due minorenni avrebbero iniziato a litigare per una ragazza fino a perdere il controllo della situazione. L'intervento del padre di uno dei due contendenti, passato di lì per caso, finalizzato a sedare gli animi non avrebbe sortito alcun effetto positivo; al contrario la situazione sembra sia degenerata quando l'altro ragazzo ha telefonato al proprio genitore che, giunto sul posto, si sarebbe scagliato con foga contro l'altro. Sarebbe stato a questo punto il ragazzo a sferrare un fendente contro l'uomo. La vittima ha perso conoscenza. Soccorso e trasportato presso l'ospedale di Manduria, è in prognosi riservata, ma fortunatamente fuori pericolo. Il 16enne, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura dei Minori di Taranto, dr. Lelio Festa, individuato e localizzato dopo alcune ore dai Carabinieri di Avetrana, è stato associato presso un centro di prima accoglienza di Lecce. I carabinieri sono stati allertati da una telefonata e hanno potuto verificare nelle vicinanze di un bar, in Piazza Giovanni XXIII, tracce di sangue sull'asfalto e un coltello a serramanico. I militari hanno inoltre raccolto le testimonianze delle persone presenti al momento del violento litigio.

Fanizza Group Carglass