BREAKING NEWS
Domenica, 22 Ottobre 2017
"Wind day. Libertà negate ai cittadini, un favore agli inquinatori". Domani dalle 10.30 alle 12.30 sit in di protesta, organizzato dai "Genitori Tarantini",  sotto la Prefettura

Arrestati madre e due figli a Manduria

Cronaca
Typography

Arrestati madre e figlio a Manduria perché trovati in possesso di cocaina ed eroina. Durante le operazioni i militari rintracciano e arrestano anche un altro figlio della donna, ricercato da circa due anni in quanto destinatario di un ordine di carcerazione

Avevano messo in piedi un traffico di droga nella propria abitazione, mentre nascondevano in casa il figlio latitante. Sono stati arrestati perché trovati in possesso di cocaina ed eroina, Anna Laura Montrone, 58enne e Alfredo De Fazio, 31enne, entrambi di Manduria, rispettivamente madre e figlio.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manduria, assieme al personale delle Stazioni dipendenti della predetta Compagnia e del Nucleo Cinofili CC di Modugno, hanno sorpreso in flagranza di reato i due durante un servizio di finalizzato alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti.
Nei giorni precedenti i militari avevano notato uno strano andirivieni di giovani proveniente dall’appartamento dei sospettati deducendo che potessero esercitare una qualche attività illecita.

Dopo aver circondato la casa ed essersi appostati sul tetto per scongiurare una possibile fuga, i Carabinieri hanno fatto irruzione nell’abitazione bloccando sulla porta della rampa delle scale il 33 enne Vittorio De Fazio, altro figlio della donna, già ricercato da due anni per una pena residua di 2 anni e quattro mesi di reclusione.
Scoperta in casa invece abilmente occultata all’interno in un frigorifero posto sul balcone 30 gr di cocaina e 56 gr. di eroina. Alfredo De Fazio e suo fratello Vittorio sono stati arrestati e condotti nel carcere di Taranto mentre la madre Anna Laura Montrone è stata sottoposta ai domiciliari. Lo stupefacente è stato sequestrato e verrà inviato al Laboratorio Analisti Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale dei Carabinieri.

Fanizza Group Carglass