18
Gio, Ott

Tragedia familiare. Il 49enne fa scena muta

Tragedia familiare. Il 49enne fa scena muta

Cronaca

L’uomo accusato di tentato omicidio, nell’interrogatorio di questa mattina, si è avvalso della facoltà di non rispondere. In lacrime avrebbe chiesto di vedere i figli. Nel frattempo il legale di fiducia rinuncia all'incarico. Restano stabili nella loro gravità le condizioni della piccola

Questa mattina in carcere è stato sottoposto a interrogatorio l’uomo accusato di aver lanciato sua figlia dal balcone nel pomeriggio di domenica, dopo aver ferito con un coltello da cucina il figlio maggiore. Il 49enne si è avvalso della facoltà di non rispondere e in lacrime avrebbe chiesto di vedere i figli. Il legale di fiducia, l'avvocato Nicola Cervellera ha deciso di rinunciare all'incarico per "ragioni personali e professionali" malgrado in passato abbia rappresentato l'uomo condannato per violenza e maltrattamenti in famiglia.  "Ho figli anche io"- avrebbe commentato Cervellera. Nel frattempo il 49enne ha un nuovo legale di fiducia di cui al momento non si conosce il nome. Mentre restano gravi ma stazionarie le condizioni della bimba sottoposta nel pomeriggio di ieri a duplice intervento, il primo per tentare di ridurre i danni cerebrali provocati dal forte impatto con l’asfalto, il secondo all'addome.

 

Fanizza Group Carglass