13
Mar, Nov

Martina Franca: tenta di truffare un tabaccaio, denunciato 25 enne

Martina Franca: tenta di truffare un tabaccaio, denunciato 25 enne

Cronaca

Ha persuaso un tabaccaio a ricaricare la sua carta “postpay” millantando somme che non possedeva. Ora gli agenti stanno indagando su episodi analoghi riconducibili al 25 enne

Nel pomeriggio di ieri, personale del Commissariato di Martina Franca è intervenuto in Piazza XX Settembre, dove un commerciante aveva appena bloccato un giovane che a suo dire si era reso responsabile di una truffa. Dal racconto della vittima i poliziotti hanno accertato che il giovane entrato nella sua rivendita tabacchi, in maniera del tutto disinvolta aveva chiesto una ricarica su un carta “postpay”.

Richiesto il documento di riconoscimento il giovane ha presentato una foto della sua carta d’identità salvata sul telefono cellulare. Nonostante le obiezioni del tabaccaio, il ragazzo in modo persuasivo ha convinto il tabaccaio ad effettuare la ricarica richiesta per un importo di 250 euro. Al momento del pagamento il truffatore ha prima presentato un’altra carta prepagata, che il sistema “postpay” ha rifiutato e poi, affermando di non aver con sé il contante, ha cercato di allontanarsi per compiere un prelievo ad uno sportello bancomat assicurando di far ritorno dopo qualche istante.

Il commerciante insospettito ha deciso così di accompagnarlo all’esterno per assistere materialmente alla riscossione della somma di denaro da uno sportello bancomat. Dopo aver girato più di uno istituto bancario sempre con esito negativo, il tabaccaio si è accertato che la carta inserita per effettuare il prelievo risultava bloccata, avendo così la certezza di trovarsi davanti ad un truffatore. Gli agenti hanno così fermato il giovane e lo hanno accompagnato negli Uffici del Commissariato. Dai primi accertamenti con il supporto delle banche dati si è potuto risalire alla vera identità del malvivente, un 25enne originario della provincia barese con a carico numerose denunce per truffe simili. Il 25enne è stato denunciato. Nel frattempo sono state avviate le indagini per accertare se il truffatore può essere ritenuto responsabile di reati analoghi a Martina franca e nei paesi limitrofi.

Fanizza Group Carglass