13
Mar, Nov

Si barrica in casa e non risponde al telefono: temuto il peggio per un tarantino

Si barrica in casa e non risponde al telefono: temuto il peggio per un tarantino

Cronaca

Due giorni un tarantino ha incendiato la sua auto e ingerito una grande quantità di farmaci. Soccorso dagli agenti di Polizia locale e dal personale del 118 

Lunedi scorso, intorno alle 11.00, un equipaggio della Squadra Volante è intervenuto nel centro cittadino dove era stata segnalata un’auto in fiamme. Giunti sul posto ad attenderli già i Vigili del Fuoco che nel frattempo avevano spento le fiamme senza provocare altri danni ad auto parcheggiate nelle vicinanze. Dagli accertamenti, i poliziotti sono riusciti ad individuare il proprietario dell’auto, una HYUNDAY TUCSON, e a contattarlo telefonicamente. Non avendo ricevuto alcuna risposta hanno poi contattato la moglie. Nel corso della telefonata quest’ultima ha chiesto in maniera alquanto agitata se fosse stato coinvolto qualcuno presente all’interno dell’abitacolo. Frase che ha insospettito il personale, che temendo che per l’incolumità del marito, è giunto a casa della coppia poco distante dal luogo dell’incendio.

Non hanno prodotto alcun esito i ripetuti tentativi di contattare l’uomo. Giunta la donna gli agenti hanno cercato di aprire la porta ma senza successo, risultata chiusa dall’interno. Dopo alcuni minuti è giunto sul posto il personale dei Vigili del Fuoco che ha dovuto calarsi dal balcone per penetrare nell’appartamento. Entrati in casa i poliziotti hanno notato l’abitazione completamente distrutto e sorpreso l’uomo riverso sul divano privo di sensi, probabilmente per l’assunzione di un’ingente quantità di farmaci. Allertato il 118 all’uomo sono stati prestati i primi soccorsi e accompagnato in seguito all’ospedale SS.Annuniziata. Ancora non chiaro il motivo del gesto.

Fanizza Group Carglass