18
Ven, Gen

Folle inseguimento in auto per le vie cittadine, tenta di eludere un posto di blocco

Folle inseguimento in auto per le vie cittadine, tenta di eludere un posto di blocco

Cronaca

Rocambolesco inseguimento nella nottata di ieri a Taranto. Un uomo di 30 anni, Antonio Delibero, con precedenti alle spalle, ha cercato di evitare un posto di blocco fuggendo tra le vie cittadine

Rocambolesco inseguimento nella nottata di ieri a Taranto. Un uomo di 30 anni, Antonio Delibero, con precedenti alle spalle, ha cercato di evitare un posto di blocco fuggendo tra le vie cittadine. I militari avendo esposto paletta e segnalatori acustici hanno intimato al conducente di fermarsi, ma il 30 enne ha cercato la fuga tra via Cesare Battisti e Dante Alighieri. Immediato l’inseguimento da parte dei militari che hanno dato nel frattempo l’allarme alla Centrale Operativa provinciale.

Vani i tentativi di dissuadere il pregiudicato dai suoi intenti. Pur di seminare i suoi inseguitori infatti l’uomo ha spinto l’auto a forte velocità impattando su numerose autovetture parcheggiate, danneggiandole, salendo sui marciapiedi e viaggiando contromano e superando diversi semafori rossi. Infine ha speronato l’auto di servizio rischiando di mettere in pericolo l’incolumità dei pedoni e dei militari.

Dopo essersi scontrato con un muro ha tentato di investire in retromarcia i militari scesi nel frattempo con l’intento di bloccarlo. I Carabinieri, notando un movimento sospetto assimilabile ad un’arma, hanno esploso dei colpi di pistola contro la gomma e verso la parte inferiore dell’auto del fuggitivo. L’uomo ha infine deciso di abbandonare il mezzo in via Pasubio dove è stato rinvenuto e sottoposto a rilievi da parte della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Taranto.

Il conducente, successivamente rintracciato, è stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Nella folle corsa nessuno ha riportato lesioni, mentre l’autovettura è stata sequestrata. Le indagini hanno poi stabilito che il 30 enne guidava senza patente, perché mai conseguita.

 

Fanizza Group Carglass