24
Sab, Ago

Scoperto locale con auto rubate: nei guai padre e figlio

Scoperto locale con auto rubate: nei guai padre e figlio

Cronaca

Avevano adibito il locale a vera e propria officina dove smontavano pezzi di auto e targhe per riciclare le auto rubate

Avevano adibito il locale a vera e propria officina dove smontavano pezzi di auto e targhe per riciclare le auto rubate. La scoperta a seguito di alcune indagini avviate dal personale del Commissariato di Martina Franca impegnato da alcuni mesi in specifici servizi di contrasto ai furti d’auto. Attività che ha già portato ad alcuni arresti e numerose denunce.

Due giorni fa, a seguito della denuncia di furto di una Fiat 500, i poliziotti hanno avviato le indagini, dalle quali è stata individuata l’auto rubata in un locale attiguo ad un immobile in agro Martina Franca.

All’interno del locale, gli investigatori hanno ritrovato, oltre alla Fiat 500 alla quale già era stata tolta la targa anteriore, una “Range Rover” priva di targhe e con il finestrino anteriore infranto, anche questa rubata qualche settimana prima a Fasano. Durante la perquisizione, i poliziotti hanno recuperato anche numerosi pezzi di auto di varie marche e modelli e tutti gli attrezzi utilizzati per il taglio e lo smontaggio.

Denunciati i proprietari del locale, padre e figlio rispettivamente di 53 e 30 anni, le accuse sono di ricettazione, riciclaggio di autoveicoli oggetto di furto. Lo stesso personale del Commissariato ha poi denunciato in stato di libertà per evasione un sorvegliato speciale martinese di 35 anni. A più riprese l’uomo è risultato assente ai controlli dei poliziotti al proprio domicilio dove ha l’obbligo di rientrare entro le 21

 

Fanizza Group Carglass