21
Dom, Lug

Tre albanesi in arresto: depredavano villette di Martina Franca

Furti in abitazione: tre albanesi in arresto

Cronaca

Sorpresi dalla Polizia nelle campagne della Valle D'Itria  mentre cercavano di entrare in alcune abitazioni. Inseguiti dalla Polizia, sono stati bloccati tra Mottola e Laterza

La Polizia del Commissariato di Martina è impegnata in mirate attività di controllo del territorio volte ad arginare il fenomeno dei furti in appartamento ed in particolare presso le innumerevoli abitazioni che sono nell’agro martinese. Verso le 19.00 di ieri, un equipaggio appostato in Zona S. Paolo, ha notato sopraggiungere una “Opel Astra” di colore grigio, con tre uomini a bordo. I poliziotti, insospettiti dall'atteggiamento sospetto, hanno deciso di monitorare il terzetto osservandoli a distanza. Il veicolo ha poi imboccato una traversa di campagna fermandosi in prossimità di alcune villette. Seguendoli a distanza, gli Agenti hanno avuto così modo di osservare che, mentre l’autista faceva inversione di marcia per allontanarsi dalla zona, gli altri due, scesi dall’auto con mossa fulminea, scavalcavano il muretto di recinzione di una proprietà privata, entrando nell’abitazione e cercando di forzare gli infissi con attrezzi custoditi in uno zaino. Non avendo avuto i risultati sperati, i ladri hanno poi attraversato altri fondi confinanti, continuando a piedi ad ispezionare altre villette. Nel frattempo, il veicolo che si era allontanato era costantemente tenuto sotto osservazione da un altro equipaggio. Quando poi l’autista dell’Opel Astra è ritornato indietro per riprendere i suoi complici, i poliziotti hanno tentato di fermare l’auto. Ne è scaturito un lungo inseguimento che si è concluso tra Mottola e Laterza quando il veicolo è stato affiancato e bloccato. A bordo dell’auto, nel corso della successiva perquisizione, sono stati recuperati numerosissimi arnesi atti allo scasso tra cui cacciavite, tenaglie, un grosso piede di porco di 60 cm circa ed anche una bombola di gas, di quelle utilizzate per congelare e rompere vetri e lucchetti. I tre ladri, tutti di origine albanese residenti nella provincia barese, rispettivamente di 36, 31 e 28 anni , con pregiudizi penali a carico, sono stati così tratti in arresto in flagranza di reato per tentato furto aggravato in concorso e possesso di arnesi atti allo scasso. E’ stato avviato a loro carico anche il procedimento amministrativo finalizzato all’adozione del Foglio di via obbligatorio dal Comune martinese. Tutto il materiale recuperato insieme ad alcuni monili rinvenuti, e su cui sono in corso accertamenti, è stato posto sotto sequestro.

Fanizza Group Carglass