19
Lun, Ago

Inchiesta migranti: Salam si difende

Inchiesta migranti: Salam si difende

Cronaca

L'associazione respinge con forza le accuse circa la mancata consegna di vestiario per la stagione invernale compresa tra il 26 novembre 2016 ed il 27 gennaio 2017

Si legge così nella nota dell' associazione Salam:“Apprendiamo da fonti stampa della chiusura di indagini a carico dell’associazione Salam che contesterebbero la mancata consegna di vestiario per la stagione invernale compresa tra il 26 novembre 2016 ed il 27 gennaio 2017. Per quanto attiene all’operato dell’Associazione, come consiglio direttivo, respingiamo con forza tali accuse, ribadendo che le nostre attività hanno sempre avuto come riferimento il rispetto delle adempienze richieste nel bando e della convenzione sottoscritta”.
L'associazione Salam conclude: “Affronteremo nelle sedi opportune la questione, dimostrando la trasparenza del nostro operato e certi di rendere pubblica la nostra totale estraneità ai fatti balzati agli onori della cronaca. L’associazione Salam ribadisce con forza che ha sempre operato per il bene degli oltre 1500 ospiti che dal 2014 si sono avvicendati nelle nostre strutture e, nello specifico, di quelli collocati presso Casa Sofia, struttura chiusa per nostra volontà e non certo per disservizi, con conseguente trasferimento delle persone ospitate presso altre nostre strutture operanti sul territorio”.

Fanizza Group Carglass