19
Lun, Ago

AM. Onda incandescente di acciaio: “Tragedia sfiorata”

AM. Onda incandescente di acciaio: “Tragedia sfiorata”

Cronaca

Gli operai poco prima hanno sentito un forte boato e sono riusciti così a mettersi in salvo. Rizzo (Usb):”Torniamo quindi a giocare con la vita dei lavoratori e chi gestisce questi impianti non è in grado di garantire la sicurezza"

Durante il turno di notte di domenica 28 aprile, alle ore 3.30, nel reparto Colata Continua 1 dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto si è verificato un grave incidente che ha posto a serio rischio la vita dei lavoratori. Durante la fase di colata un'onda di acciaio incandescente ha investito tutta la linea coprendo il coperchio della lingottiera, per fortuna gli operatori in quel momento non erano lì, ma solo qualche minuto prima stavano effettuando effettuavano il cambio tubo. Gli operatori prima dell'onda di acciaio hanno sentito un forte boato e hanno potuto mettersi in salvo.

"Si è sfiorata una tragedia che poteva coinvolgere diversi lavoratori in maniera irreparabile. Questa tipologia di evento incidentale – dichiara Francesco Rizzo, coordinatore provinciale USB - si è verificata diverse volte anche in passato, ogni volta i lavoratori escono incolumi per pura fortuna ed ogni volta puntualmente denunciamo l'accaduto. Ancora più grave è il fatto che questa mattina i responsabili dello stabilimento hanno ordinato la ripartenza della linea senza aver compreso cosa è realmente successo e che cosa ha causato l'esplosione e la conseguente onda di acciaio liquido che ha investito la linea dove operano i lavoratori. Torniamo quindi a giocare con la vita dei lavoratori e chi gestisce questi impianti non è in grado di garantire la sicurezza".

Fanizza Group Carglass