24
Ven, Mag

Morte anziano picchiato da baby gang: la Polizia di Stato esegue otto fermi

Morte anziano picchiato da baby gang: la Polizia di Stato esegue otto fermi

Cronaca

All’indomani del decesso del 65 enne di Manduria picchiato e bullizzato da un branco di giovanissimi, la Procura di Taranto emette otto provvedimenti di fermo. Le accuse gravissime sono di tortura e sequestro di persona

Tortura e sequestro di persona. Queste le accuse a carico di otto persone coinvolti nel triste episodio che ha portato alla morte di un anziano di Manduria. Al termine delle indagini condotte dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Taranto, guidata dal Procuratore Carlo Maria Capristo, e dalla Procura della Repubblica per i Minorenni, guidata dalla Procuratrice Pina Montanaro, personale della Polizia di Stato della Questura jonica ha infatti dato esecuzione agli otto provvedimenti di fermo di indiziato di delitto nei confronti di altrettanti soggetti (di cui sei minori) ritenuti a vario titolo gravemente indiziati in concorso dei reati di tortura, danneggiamento, violazione di domicilio e sequestro di persona aggravati.

I provvedimenti di fermo giungono all’indomani del decesso per shock cardiogeneo del 65 enne Antonio Cosimo Stano ricoverato nel reparto di rianimazione dell’Ospedale Giannuzzi di Manduria. L’anziano che soffriva di disagio psichico, sarebbe stato aggredito nella sua abitazione, rapinato e bullizzato dal branco, costretto a restare in casa e a non alimentarsi per giorni. Calci, pungi e bastoni nei video diffusi tramite Whatsapp e ripresi dagli stessi carnefici. Intorno alle 11 di questa mattina dalla Questura saranno diffusi i dettagli della vicenda.

Fanizza Group Carglass