24
Ven, Mag

Morte 66 enne Manduria: la vittima allertò la Polizia già a marzo

Morte 66 enne Manduria: “Allertò la Polizia già a marzo”

Cronaca

Potrebbero esserci nuovi risvolti nelle indagini sulla morte dell’anziano di Manduria preso di mira da una baby gang. Dagli atti inviati alle Procure ordinaria e minorile ci sarebbe una segnalazione fatta dalla vittima alle Forze dell’ordine

Novità nelle indagini della morte di Antonio Stano, il pensionato di 66 anni morto il 23 aprile e bersaglio delle aggressioni da parte di una baby gang di Manduria. A casa dell’uomo infatti il 14 marzo scorso, sarebbe giunta una pattuglia di polizia alla quale la stessa vittima riferì di essere vittima di violenze da parte di un gruppo di bulli.

Secondo quanto riportato negli atti e diffuso dall’Ansa, “alle ore 22.43 circa personale dipendente (del commissariato di polizia di Manduria, ndr), nell'ambito della consueta attività di prevenzione e controllo del territorio, su disposizione della locale sala operativa, si portava in questa via San Gregorio Magno numero 8”, a casa dello stesso 66 enne preso di mira oramai da tempo. “Gli operanti sul posto – prosegue la relazione inviata alle Procure ordinaria e minorile - venivano avvicinati da Antonio Cosimo Stano, un uomo anziano che vive da solo, il quale riferiva loro di essere, già da diversi giorni, costantemente oggetto di vessazioni, angherie, percosse ed aggressioni ad opera di alcuni giovani ignoti”. Al momento in carcere ci sarebbero otto persone, sei minorenni e due maggiorenni.  

Fanizza Group Carglass