22
Mar, Ott

Sorpresi su una moto rubata

Sorpresi su una moto rubata

Cronaca

Avevano posizionato un interruttore per far sì che l'Honda 150, oggetto di furto, partisse senza l'utilizzo delle chiavi. Nei guai tre ragazzi, di cui uno minorenne

I Falchi della Squadra Mobile hanno denunciato in stato di libertà per resistenza a Pubblico Ufficiale e ricettazione due giovani pregiudicati tarantini, uno dei quali ancora minorenne. I poliziotti, transitando su via Mazzini, hanno notato i due ragazzi già noti alle Forze dell'Ordine, mentre cercavano di allontanarsi da una moto sulla quale erano seduti.
I Falchi hanno quindi deciso di avvicinarli per un controllo. Per sottrarsi all'identificazione, hanno cercato di far perdere le loro tracce dileguandosi per le vie della città; la fuga è terminata dopo un breve inseguimento, nel bagno di una sala-slot, dove hanno cercato di nascondersi. Fermati, sono stati accompagnati presso gli
Uffici della Questura. I successivi controlli hanno permesso di accertare che la moto era stata rubata lo
scorso giugno nel capoluogo jonico. Inoltre, all’interno della scocca laterale destra del mezzo, una Honda 150, avevano collocato un interruttore che bypassava la chiave di accensione e permetteva l’avvio del motore. I due ragazzi sono stati denunciati in stato di libertà, mentre il minore è stato poi affidato ai genitori.

 

Fanizza Group Carglass