28
Sab, Mar

Violenza sessuale e stalking

Violenza sessuale e stalking

Cronaca

Tre le denunce sporte contro il 20enne pakistano condotto in carcere dai Carabinieri

Finisce in carcere un 20enne pakistano, richiedente asilo politico, precedentemente ospite presso un centro di prima accoglienza del Comune di Palagiano, attualmente senza fissa dimora. L'accusa è di violenza sessuale e atti persecutori. Sono stati i Carabinieri della Stazione di Palagiano a dare esecuzione alla misura cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Taranto
Le indagini, avviate a seguito delle denunce sporte da tre ragazze del luogo e condotte tempestivamente da personale della Stazione Carabinieri di Palagiano, hanno fatto emergere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo, in relazione a due distinti episodi di abusi sessuali nei confronti di una di loro, verificatisi rispettivamente nei mesi di maggio ed agosto scorsi sulla pubblica via, nonché successivi e continui atti persecutori posti in essere anche nei confronti delle altre due giovani donne.
In particolare, è emerso che il cittadino pakistano, nei due episodi di violenza sessuale, ha sorpreso la vittima in una via periferica e, dopo averla bloccata con la forza, l’ha palpeggiata nelle parti intime; in entrambe le occasioni, però, la vittima è riuscita a divincolarsi e ad allontanarsi in una zona maggiormente frequentata. Successivamente, il 20enne, di fronte al rifiuto della donna, ha iniziato a rivolgerle minacce ed offese ogni qualvolta riusciva ad individuarla.
Lo stesso ha iniziato a pedinare le altre donne, minacciandole (a volte armato di un coltello) e offendendole. Le donne hanno finalmente trovato il coraggio di sporgere denuncia ai Carabinieri solo all’inizio di settembre, consentendo ai militari di avviare con tempestività gli accertamenti necessari. Il grave quadro indiziario ricostruito dai militari della locale Stazione, ha permesso di richiedere alla Procura della Repubblica di Taranto una misura cautelare nei confronti del soggetto, che rintracciato per le vie di Palagiano, è stato tratto in arresto e tradotto presso la casa circondariale di Taranto.

 

 

Fanizza Group Carglass