Breaking news
Venerdì, 17 Novembre 2017
Ispettorato Territoriale del Lavoro di Taranto. I sindacati incontrano i lavoratori in assemblea

Operaio vittima dell’amianto: risarcimento a familiari

Attualità
Typography

Risarcimento e vitalizio alla famiglia. Questa la decisione del Tribunale di Taranto che ha riconosciuto nel decesso di un operaio dell’Arsenale militare una vittima del dovere

Riconosciuti agli eredi di un operaio dell’Arsenale militare di Taranto un risarcimento di 200 mila euro e una pensione mensile di 1600 euro. A deciderlo il Tribunale jonico a fronte del decesso dell’uomo avvenuto per asbestosi nel 2012. La famiglia della vittima è stata supportata legalmente dall’associazione ‘Contramianto onlus’. "Nessun indennizzo – ha spiegato all’Ansa Luciano Carleo, presidente dell'associazione - potrà riportare in vita il loro caro ma il riconoscimento dà giustizia a quel decesso affermando il legame tra amianto, lavorazioni in Marina Militare ed insorgenza dell'asbestosi che ha portato alla morte il lavoratore, assunto come allievo operaio dell'Arsenale militare Taranto nel primo dopoguerra e pensionato dopo quarant'anni di carriera come operaio motorista meccanico specializzato".

Fanizza Group Carglass