23
Mar, Ott

Nadia Toffa racconta la sua malattia: “Ho pensato ai bimbi di Taranto”

Nadia Toffa racconta la sua malattia: “Ho pensato ai bimbi di Taranto”

Attualità

 

La giornalista Nadia Toffa racconta commossa la sua malattia e il pensiero va ai bambini di Taranto e alla piccola Gabriella per la forza che le ha dato. La bimba risponde con un videomessaggio inviato dalla sua mamma Paola. “Nadia siamo due guerriere, vedrai che i capelli ricrescono"

 Più volte a Taranto con i suoi servizi di denuncia a raccontare le brutture dei quartieri esposti all’inquinamento industriale e le storie della gente offesa e oppressa. Nadia Toffa torna alla conduzione de Le Iene e decide di condividere i suoi ultimi due mesi dopo un malore, spiegando la natura della sua malattia. “Ho avuto un cancro. In questi mesi mi sono curata: prima ho fatto l'intervento, poi la chemioterapia e la radioterapia. L'intervento ha tolto interamente il tumore, ma poteva esserci una piccola cellula rimasta e quindi ho seguito i consigli del medico e ho seguito le cure previste. Ora è tutto finito: il 6 febbraio ho finito la radio e la chemio".

Il pensiero poi va ai bambini di Taranto e alle loro personali battaglie alle quali la conduttrice si è sentita vicina in un frangente cosi estremo. “Ora sto benissimo. – spiega - E rispetto a quello che mi è successo penso non ci sia assolutamente niente di cui vergognarsi, anzi. Ho solo perso qualche chilo, non mi vergogno neanche del fatto che sto indossando una parrucca, questi non sono i miei capelli. Non vi nascondo che ci sono stati momenti difficili. Quando vedi le prime ciocche di capelli che ti rimangono in mano è un momento molto forte. Mi è venuta in mente Gabriella, la bambina di Taranto che mi aveva raccontato di quanto avesse sofferto quando le erano caduti i capelli dopo che si era ammalata. – conclude la Toffa - Gabriella, ti ringrazio, perché ti ho pensato: se ce la fa uno scricciolo come te, allora ce la posso fare anch'io!" E aggiunge: "Mi sento orgogliosa anche di sapere cosa hanno provato le persone che ho intervistato per anni che combattevano contro il cancro, dalla Terra dei fuochi all'Ilva di Taranto".

La bimba colpita l’anno scorso a soli sei anni da un tumore aveva raccontato ai microfoni della ‘Iena’ la sua esperienza drammatica. Il medico le aveva suggerito di tagliare la lunga treccia a causa della chemio. Gabriella, ora in cura nel reparto di pediatria oncologia a Taranto,  ha voluto manifestare solidarietà e affetto alla giornalista attraverso un videomessaggio inviato dalla mamma Paola: “Tu sei una guerriera come me ora, non preoccuparti per i capelli perché ricrescono più lunghi e forti di prima. – spiega la piccola - Un bacione da Gabriella, ti aspettiamo qui a Taranto”.

Fanizza Group Carglass