13
Mar, Nov

Carcere Taranto, Perrini (Dit-NcI): “Situazione al collasso”

Carcere Taranto, Perrini (Dit-NcI): “Situazione al collasso”

Attualità

La questione del carcere di Taranto torna al centro del dibattito politico. Il consigliere regionale (Dit-NcI), Perrini denuncia: “La situazione rischia di esplodere il diritto alla salute non viene rispettato”

“La situazione nel Carcere di Taranto rischia davvero di esplodere, sono molte le cose che il sindacato SAPPE denuncia da tempo, alcune delle quali ho avuto modo di riscontrarle direttamente in un sopralluogo che ho fatto ad agosto scorso a seguito di segnalazioni riguardanti in modo particolare il servizio sanitario”. Comincia così la denuncia del consigliere regionale di Direzione Italia/Noi con l'Italia, Renato Perrini, che già l’estate scorsa aveva visitato la struttura rilevandone diverse criticità.

“In quell'occasione constatai di persona che a causa del personale medico, e non solo, sottorganico rispetto ai pazienti e ai detenuti  - prosegue Perrini - quello che viene definito "diritto alla salute" non era assolutamente rispettato. Per questo chiesi al direttore generale della Asl, Rossi, responsabile della struttura penitenziaria sotto l'aspetto sanitario, di aumentare il personale medico e infermieristico. Non solo,  - aggiunge il consigliere - in vista dei lavori di ristrutturazione e ampliamento già avviati avevo invitato sempre il DG Rossi a effettuare insieme e ai tecnici della Asl un altro sopralluogo per poter proporre, anche in virtù della mia esperienza di imprenditore edile, suggerimenti concreti per migliorare la vita di coloro che devono sì scontare una pena, ma in condizioni vivibili”. “Alla luce della protesta attuale  - conclude Perrini - rinnovo al direttore Rossi quell'invito, sperando di trovarlo più disponibile e libero”.

Fanizza Group Carglass