13
Mar, Nov

Tubercolosi. Nessun rischio di diffusione a Taranto

Tubercolosi. Nessun rischio di diffusione a Taranto

Attualità

Dopo il caso che ha interessato uno dei genitori di due alunni che frequentano una scuola jonica, L’Asl rassicura e esclude la possibilità del contagio e della diffusione epidemica

A seguito della notifica di un caso di tubercolosi a carico di uno dei genitori di due alunni che frequentano un istituto scolastico di Taranto, il Dipartimento di Prevenzione e il Presidio Pneumologico della ASL di Taranto hanno identificato e sottoposto a screening con test di Mantoux tutti i soggetti potenzialmente a rischio di contagio. Gli alunni in questione sono risultati positivi al suddetto test e sono stati opportunamente avviati ai controlli successivi per la necessaria definizione diagnostica (RX del torace), che hanno restituito esito negativo. Pertanto, si comunica che non vi è un concreto rischio di contagio e di diffusione epidemica, né si configura al momento una situazione di allarme rispetto ai casi normalmente osservati nella ASL di Taranto. Nel periodo compreso fra il 1996 e il 2016, infatti, a fronte di circa 3000 casi notificati in tutta la Regione Puglia, solo 262 di essi hanno riguardato i residenti della ASL Taranto. Il quadro epidemiologico della tubercolosi, dunque, deve essere comunque attenzionato, poiché l’infezione tubercolare rappresenta una patologia presente e riemergente in tutto il Paese, tuttavia al momento i bassi livelli di endemia registrati suggeriscono che la situazione generale è sotto controllo.
In conclusione, dunque, si ritiene utile e necessario rassicurare tutta la comunità scolastica interessata rispetto al caso in questione, ribadendo che la frequenza scolastica degli iscritti alla scuola in questione non rappresenta un rischio di contrarre la patologia.

Fanizza Group Carglass